E’ stata una domenica pressoché perfetta per la Virtus Ragusa: un travolgente 10-2 nel derby con il Vittoria e, inoltre, il contemporaneo pareggio della capolista Coppa d’Oro, ora ad un solo punto di distanza e con una partita in più. Ne abbiamo parlato con il capitano della formazione ragusana, Sandra Brkan.

Allora Sandra, domenica una tua doppietta e una grande vittoria nel derby.

“Sì, domenica abbiamo giocato un’ottima partita: eravamo determinate e consapevoli della delicatezza del derby, concentrate per tutti e 40 i minuti. Sono felice di come ha risposto la mia squadra, tutte le 12 giocatrici hanno detto la loro in una partita innegabilmente sentita”.

Alla luce degli ultimi risultati il primato è decisamente alla vostra portata: quanto ci credete?

“Ci crediamo molto, il primato è vicinissimo, considerando che domenica la Coppa d’Oro osserverà il turno di riposo. Adesso tutto dipende da noi: sappiamo che non possiamo commettere passi falsi e che in questo ultimo mese di campionato dobbiamo mettere tutto in campo senza risparmiarci”.

Da capitano, cosa ti senti di dire alla tua squadra in questo cruciale momento della stagione?

“Il nostro mister ci ricorda spesso che ‘non tutti gli anni si ha la possibilità di giocare per vincere’. La Virtus Ragusa, un anno fa, iniziava a scalare la classifica del campionato di serie C, per poi vincerlo e trovarci oggi a giocare la Final Four di Coppa Italia e a lottare per vincere il campionato. È arrivato il momento più importante e stimolante, bisogna avere fame di vincere, ora più che mai!”.

Valentina Pochesci

(Foto Virtus Ragusa Futsal)