Alla Virtus Ciampino bastano 2 minuti per passare in vantaggio contro il Real Praeneste e 38 per amministrarlo, nel frattempo mettendo a segno altre 3 reti, vincere una partita che riesce a rendere semplice e proiettarsi già con la testa al prossimo incontro, quello che fra 7 giorni metterà di fronte alle giallorosse, il Napoli secondo in classifica.

Ad aprire le marcature ci pensa Lucentini con un preciso diagonale, prima del rappoddio di De Angelis, che arriva poco dopo la metà del primo tempo, capitano sui piedi di Furzi due occasioni in rapida successione che la giovane numero 5 non riesce a concretizzare. A trovare la via del gol è invece Cantisano che accorcia le distanze, il Real Praeneste ha la palla del pareggio con Marsili, ma si stampa sul palo. È allora ancora Lucentini a chiudere primo tempo e partita sul punteggio di 3-1, dopo aver colpito anche una traversa.

La ripresa è infatti poco più che una formalità, nella quale è Carullo a realizzare il definitivo 4-1, approfittando di una corta ribattuta su conclusione di Furzi. Non cambia il risultato il tentativo del quinto di movimento messo in campo dalle ospiti. Con un piede già a Napoli ancor prima di cominciare, lo dimostra lo zero nei minuti giocati di una diffidata Segarelli, al suono della sirena la Virtus porta anche il secondo e soprattutto la testa.