Con alle sue spalle metà regular season della cadetteria in rosa edizione 2023-24, la Virtus Ciampino si appresta a scendere in campo per il primo appuntamento del girone di ritorno. Domenica 14 gennaio, al PalaTarquini, le aeroportuali se la vedranno col Cus Pisa, che all’andata si impose per 2-1 di fronte al proprio pubblico. “Ci aspetta una partita difficilissima – premette Marco Abati – contro una squadra che ci sopravanza in classifica di due punti e che fuori casa, tolta la gara con la capolista, ha sempre perso di misura e ottenuto due pareggi significativi. Una di quelle partite dove i punti valgono davvero il doppio”.

IL PUNTO – La formazione giallorossa, a iniziare dall’imminente weekend, è chiamata riscattare dei mesi per ampi tratti deludenti, per quel che concerne i risultati conseguiti. “La valutazione di questa prima parte di stagione è negativa – afferma il tecnico del team di Via Mura dei Francesi -, senza sé e senza ma. Mi assumo totalmente la responsabilità di questo avvio. Le ragazze si sono messe a completa disposizione e la società è sempre presente, pronta a sostenerci”. Il trainer, comunque sia, non cerca alibi sui soli nove punti incamerati al fronte dei trentatré messi finora in palio: “Il fatto che siamo un gruppo completamente nuovo non giustifica nulla – dichiara l’allenatore -, avrei dovuto trovare soluzioni adeguate più velocemente. Mi dà enorme speranza la disponibilità della squadra, e soltanto con questo presupposto potremo invertire il trend negativo”.

LA STRADA – Il condottiero delle virtussine, dal canto suo, sa qual è l’ingrediente principale per cambiare le sorti di un’annata sportiva fin qui avara di soddisfazioni: “Il continuo progredire nella lettura delle situazioni che ci sottopone ogni partita, dal primo al quarantesimo minuto, tradotto in una crescita sia individuale che collettiva. Soltanto attraverso questa crescita possiamo raggiungere l’obiettivo della salvezza, che è assolutamente alla nostra portata”. Il Ciampino, del resto, sa bene cosa lo aspetterà da qui sino al prossimo 28 aprile. “Siamo a metà del percorso, abbiamo visto tutte le nostre avversarie. Sta a noi non ripetere gli errori commessi, e cercare di capitalizzare la grande mole di gioco e le occasioni che creiamo nel corso di ogni partita”, conclude Abati.

Ufficio Stampa Virtus Ciampino