Così così, è iniziato il 2020 della Virtus Ciampino. Due sconfitte pesanti, specie quella di coppa contro la Woman Napoli, hanno frenato la corsa delle ragazze di Davide Del Papa. Da una coppa all’altra, perché se la Coppa Italia era l’obiettivo dichiarato della stagione, l’1-0 incassato contro la Coppa D’Oro ha complicato i piani della Virtus anche in campionato. Ora il primo posto dista 6 punti, e per la seconda posizione è bagarre vera con Napoli e Vis Fondi. Abbiamo fatto il punto della situazione proprio col mister delle giallorosse, Del Papa, ecco cosa ha rivelato a LadyFutsal.

Mister, cosa avete sbagliato contro Woman Napoli e Coppa D’Oro?

“Entrambe le sconfitte sono maturate né per demerito nostro, né per merito delle avversarie. Gli episodi hanno fatto la differenza e ci hanno penalizzato. Il portiere del Napoli è stata la migliore in campo, per esempio, ha preso veramente di tutto. Domenica scorsa contro la Coppa D’Oro abbiamo pagato invece una grande giocata di una calcettista fantastica come Laura Verrelli. Poi negli ultimi minuti è salito in cattedra anche il loro portiere, e penso che gli arbitri non ci abbiano assegnato un gol valido di Alvino. Le porte sono talmente attaccate al muro che la palla è entrata, ha sbattuto e poi è uscita fuori senza che se ne siano accorti. Gli arbitri non erano sicuri e hanno lasciato correre, è andata così”.

Tanta sfortuna, ma ora la squadra deve rialzarsi.

“Noi abbiamo ancora tanto lavoro da fare. La nostra è una squadra camaleontica che a livello tattico sa adattarsi a qualunque avversario. Abbiamo lavorato in un determinato modo per affrontare la Woman Napoli, e le mie ragazze mi hanno fornito delle risposte incredibili sul campo. Così come contro la Coppa D’Oro, dove però abbiamo sofferto il campo più piccolo ed era facile perdere i punti di riferimento. A livello tattico, comunque, le ragazze hanno fatto tutto quello gli avevo chiesto. Ci rialzeremo più forti di prima.”

Adesso l’obiettivo diventa il secondo posto?

“Praticamente mancano da disputare ancora tutti gli scontri diretti tra noi, Coppa D’oro, Vis Fondi e Woman Napoli. È vero che rimane difficile pensare che la Coppa D’Oro possa perdere 6 punti strada facendo, però mancano 9 giornate alla fine del campionato ed è tutto aperto. Cinque contro cinque, 0-0: si parte sempre così e ogni partita ha le sue insidie, anche contro un avversario con cui magari non te l’aspetti. Ma noi non speriamo nei passi falsi della avversarie, non è il mio modo di intendere lo sport. Dobbiamo fare il nostro cercando di accumulare più vittorie possibili da qui alla fine del campionato, poi tireremo le somme”.

Cosa rappresenta per la Virtus Ciampino l’arrivo di Noemi Lulli?

“La prima cosa della quale abbiamo tenuto conto è la personalità della giocatrice che avremmo dovuto aggiungere al nostro spogliatoio, molto affiatato. C’era questa occasione di parlare con Noemi e ci è sembrata una ragazza che umanamente potesse far parte del nostro gruppo, quindi abbiamo portato a termine il trasferimento. Lei ha segnato tantissimi gol in carriera, ora si sta allenando e sta entrando nei nostri schemi. Piano piano la integrerò, ha grande esperienza ma si deve un po’ riprendere a livello atletico visto che ha partorito da poco. Ci darà una mano“.