La Virtus chiude le porte al mercato con l’arrivo di un’altra giovane pedina: Gloria Turnone, classe ’93 proveniente dal neo-promosso in A2, Real Preneste. Con alle spalle una lunga lista di squadre in cui ha giocato, dall’Umbria, al Veneto, al Lazio, proviene dal calcio a 11, ma da 4 anni a questa parte, è migrata nel futsal.

“Un anno pieno di soddisfazioni, quello appena concluso con il Preneste, in cui abbiamo vinto sia coppa che campionato. La Virtus l’ho sempre guardata da lontano come una società ben strutturata, seria e in cui ho avuto l’ambizione di arrivare. Una di quelle squadre che a Roma ho sempre pensato fosse tra le migliori, anche se arrivarci è stata una casualità, partita dal Miss Time con le ragazze del Ciampino. Da lì c’è stato subito un feeling, una serenità e una tranquillità che era da molto tempo che non avevo in campo e quando mi hanno proposto di andare a conoscere l’ambiente giallorosso, già al primo allenamento la sintonia con delle vere e proprie sconosciute è stata immediata e allora ho capito che non potevo lasciarmi scappare questa occasione.
Siamo una squadra nuova, giovane, la cui forza, sono convinta, sarà l’individualità messa a servizio del gruppo, un gruppo al quale faccio un grande in bocca al lupo perché con la giusta preparazione atletica e tattica potremo fare qualcosa di importante.”

Parole che sembrano pronunciate da chi alla Virtus effettivamente c’è da una vita, con quel “siamo” che viene ripetuto più di una volta. E a proposito di preparazione, che avrà inizio il 3 settembre, di quella atletica se ne occuperà Riccardo Celsi, la preparazione dei portieri sarà affidata ad Armando Motta e a tutto il resto penserà mister Filippo Capatti, coadiuvato da Gina Capogna e Marco Fenni.

Ufficio Stampa Virtus Ciampino