Per capire il peso di un anno chiedi ad uno studente che è stato bocciato, per capire l’importanza di un minuto chiedi a qualcuno che ha appena perso il treno, per capire il valore di 16 secondi chiedi alla Virtus, uscita sconfitta 5-4 dal comunale di Valmontone.

Le prime a rendersi pericolose sono Centola da una parte e Olmetti dall’altra, ma la traversa alla prima e Taccaliti alla seconda negano la gioia del gol. Olmetti si riscatta al 6° e porta il Valmontone in vantaggio, dopo l’occasione di Carullo, è De Luca a siglare il pareggio su assist di Taccaliti, per un marchio di fabbrica consolidato e vincente.

La ripresa si apre con la rete di Martignoni, ma nell’azione successiva ancora Olmetti ristabilsce immediatamente l’equilibrio. Tutto da rifare per le giallorosse, che anzi, nel giro di un minuto, subiscono la terza rete sempre di Olmetti che riporta in vantaggio le padroni di casa.

La squadra di mister Del Papa si riversa nella metà campo avversaria, doppia occasione per Segarelli, prima del nuovo pareggio di Martignoni. La giornata è sfortunata per Centola che colpisce la seconda traversa, da una ripartenza la Virtus subisce la rete di Panattoni.

A 5 minuti dal suono della sirena è la mossa del quinto di movimento che finalmente fa esultare di gioia il capitano giallorosso, Del Papa non si accontenta del pareggio e lascia in campo Segarelli al posto di Taccaliti, ma a 16 secondi dalla fine è ancora Panattoni a inserirsi nel giro palla ospite e siglare il definitivo vantaggio che regala i tre punti al Valmontone.

Chi troppo vuole nulla stringe, fosse andata bene staremmo qui a parlare di fortuna che aiuta gli audaci. In ogni caso la Virtus continua a perdere terreno dal trio di testa e domenica a Ciampino volerà proprio la Virtus Ragusa. Appuntamento al PalaTarquini alle ore 15.

Teana Tittoni – Ufficio Stampa A.S.D. Virtus Ciampino