Dalla Woman Napoli alla Woman Napoli. Si chiude un ciclo complicato per la Virtus Ciampino, doloroso. All’eliminazione in coppa contro le partenopee è seguita la sconfitta in campionato nello scontro diretto con la Coppa D’Oro. Rialzarsi non era semplice. Le giallorosse l’hanno fatto contro il ferito Real Praeneste: 4-1 e palla al centro, via al prossimo round. Che recita appunto Napoli-Ciampino. Altra sfida fondamentale, questa volta in ottica play-off. Ne abbiamo parlato con Erica Di Ventura, non prima di aver dato uno sguardo al passato.

Erica, quale delle due sconfitte vi ha fatto più male?

“Sicuramente ci è dispiaciuto molto essere usciti dalla Coppa Italia, ci tenevamo molto. Quella sconfitta ha pesato tanto. Ma anche l’1-0 incassato contro la Coppa D’Oro non è stato facile da digerire. Una partita tirata nella quale abbiamo pagato l’unico errore commesso, sarebbe stata da pareggio. Però tenevamo di più al match con la Woman Napoli di coppa, in campionato abbiamo ancora tempo per rifarci”.

Tempo per rifarvi, a partire proprio da Napoli questa domenica. La vedete come una rivincita?

“Sarà una trasferta difficile. Il Napoli è una buonissima squadra, e giocare fuori casa certamente influirà. Però siamo molto concentrate e ci teniamo a fare bene. Lo dimostra il fatto che col Praeneste abbiamo tenuto in panchina Nicole Segarelli, l’unica diffidata. Sarà la nostra rivincita. Vogliamo batterle in casa loro per ridarle un po’ quello che ci hanno preso sul nostro campo al primo turno di Coppa Italia.

A gennaio è arrivata un’altra bomber come Noemi Lulli. Temi la concorrenza?

“Conoscevo Noemi già da prima che arrivasse in squadra. È un’ottima giocatrice che ci darà una grande mano, sono molto contenta del suo arrivo perché potrebbe insegnarci tanto. Siamo un gruppo giovane e lei ha portato esperienza. La concorrenza la vivo in modo pacifico. L’importante è che riesca a giocare e fare bene, perché ne abbiamo bisogno”.

Parlaci un po’ di te: hai altre passioni oltre al futsal?

“Ho una passione che per ora è irraggiungibile. Io già lavoro in un locale, ma il mio sogno sarebbe quello di fare la Barman. Però essendo impegnata con il calcio a 5 tra allenamenti e partite, è complicato. Qualche serata riesco a farla, ma sto dando tutto per questo finale di campionato e per ora va bene così”.

Bomber sul campo e aspirante Barman fuori. Prima i gol per la sua Virtus Ciampino, quindi, poi un drink per festeggiare. Erica Di Ventura ha sete di rivincita: dalla Woman Napoli alla Woman Napoli, ci sono ancora dei conti in sospeso.