Dopo la doppietta nell’ultima gara, oggi ai nostri microfoni abbiamo Marina Tomasi. Per lei prestazioni che convincono sempre di più gara dopo gara.

TOMASI – “L’ultima gara ha rappresentato la terza sfida contro la formazione dell’Arzachena. Sapevamo che non sarebbe stata una partita semplice e da sottovalutare: è stato un match con un buon ritmo da entrambe le parti, ma ancora una volta abbiamo saputo imporre il nostro gioco mettendo in campo quello per cui abbiamo lavorato tutta la stagione. È sempre una soddisfazione poter contribuire alla vittoria della squadra, ma il merito va anche alle giocate corali. Durante la stagione avevamo tutti un unico obbiettivo e siamo andati insieme verso un’unica direzione, questo sicuramente ci ha aiutati a vincere il campionato e guadagnare la promozione in Serie A. Solo con determinazione, pazienza e soprattutto voglia di fare sacrifici, si arriva in alto. In questa parte di campionato mi sento in dirittura d’arrivo ma sempre con la voglia di fare bene per finire al meglio e curiosa di quel che sarà l’anno prossimo. Sicuramente c’è un po’ di rammarico per l’avventura in Coppa Italia. Per me, era la prima volta in una competizione di questa caratura e sicuramente è stata una grande emozione e soddisfazione, è esperienza molto diversa dal campionato con squadre mai incontrate dove ogni partita è fondamentale. Ci abbiamo provato fino alla fine ma non è stata una delle migliori prestazioni, c’era molta tensione ed era molto sentita come partita. Di fronte avevamo un avversario fisicamente superiore a noi, non siamo riuscite a imporre il nostro gioco e sicuramente ci è mancata la lucidità in campo. Rimarrà comunque nel bagaglio di ognuna e un insegnamento per poter migliorare”.


Ufficio Stampa Vip