Il progetto Pelletterie, nonostante le difficoltà incontrate tra emergenza sanitaria e risultati sportivi, procede a gonfie vele. L’equipe di Scandicci, infatti, ha compiuto passi da gigante, nell’ultimo anno, ristrutturando da cima a fondo la sua struttura societaria. “Tante cose sono cambiate, soprattutto a livello dirigenziale”, esordisce Andrea Villani.

LA STRUTTURA – Il CF, in effetti, ha rafforzato le fila nel suo organigramma, perfezionandone sensibilmente l’efficienza. “Con l’arrivo della nuova diggì – spiega il responsabile organizzativo -, abbiamo voluto fare un salto in avanti per quanto riguarda l’organizzazione e i ruoli”. Al club toscano, però, è ancora troppo presto per adagiarsi. “Abbiamo e stiamo lavorando tanto, ma c’è ancora molto da fare – sottolinea -. Dobbiamo continuare su questa strada e migliorare”. La voglia di progredire, di certo, non manca. “Il CF Pelletterie è una realtà seria, che vuole crescere a livello societario – dichiara -. Qui c’è terreno fertile, grazie alle lungimiranti vedute del presidente Beniero Fanfani”. La libertà di manovra della dirigenza di Scandicci, poi, è notevole. “C’è la possibilità di incidere nello spazio di azione che ognuno di noi ha per le proprie competenze”, aggiunge.

LA STAGIONE – Se da un lato la società rosanero si sviluppa a vista d’occhio, dal lato sportivo, invece, il percorso è colmo d’ostacoli. “Che fosse una stagione agonistica difficile lo sapevamo fin dall’inizio – ammette il team manager -. Il nostro obiettivo era e rimane la salvezza”. Villani, tuttavia, è fiducioso sulle chance di centrare la permanenza in Serie A. “Passerà per i playout – prosegue -, ma sono convinto che le nostre ragazze daranno il meglio per ottenere sul campo ciò che tutti noi vorremo. Stanno lavorando sodo con lo staff tecnico alla preparazione della parte finale dell’annata, che comprende la partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia”. Il dirigente, inoltre, tiene particolarmente alla competizione a eliminazione diretta che si terrà a Rimini. “La partecipazione ci rende orgogliosi – asserisce -. Sono convinto che faremo bene anche in questa manifestazione”.

GLI OBIETTIVI – Con l’auspicio in un finale ricco di soddisfazioni, Villani, in ogni caso, vede roseo il futuro di casa CF: “Il prossimo anno ci vedrà consolidare le basi societarie e dirigenziali nei ruoli e nelle persone – afferma -. Cercheremo di migliorarci sotto tutti i punti di vista, da quello organizzativo a quello tecnico sul campo”, promette il responsabile, perfettamente consapevole che nella stagione successiva servirà ben altro: “Abbiamo visto che anche in questo campionato l’asticella si è alzata ulteriormente – chiosa -. Noi dovremmo agire di conseguenza”. Il Pelletterie accetta la sfida.

Alessandro Cappellacci