Un altro Italia-Spagna. A Scandicci le Azzurre del futsal si preparano ad affrontare le campionesse d’Europa in carica. Domani alle ore 21, in diretta su figc.it, si giocherà la prima di due amichevoli extralusso (la seconda mercoledì alle 19, sempre in live streaming). La sfida con le Furie Rosse – a ingresso libero al Palasport – rappresenta da sempre un appuntamento che, per la recente storia della Nazionale femminile di calcio a 5 (appena 8 anni fa la prima partita assoluta nella ‘Notte Magica’ del Foro Italico di Roma), può essere utile – oltre che a competere al massimo livello possibile – a capire a che punto del percorso di crescita sia arrivata l’Italfutsal. Ma come insegnato dalla Nazionale femminile di calcio, che proprio pochi giorni fa hanno battuto la Spagna campione del mondo nella gara del girone della Nations League, mai dare le cose per scontate.

SALVATORE Anche al cospetto di un avversario che, a oggi, rappresenta un modello a cui tendere. È vero, l’Italia la Spagna non l’ha mai battuta, ma mai come nelle ultime uscite il divario – che dice che nei 8 precedenti le ragazze di Francesca Salvatore non hanno mai vinto, raccogliendo 7 ko e un solo pari – sembra essersi assottigliato. Proprio l’allenatrice abruzzese, nella conferenza stampa svolta questa mattina presso la Sala Giunta del Comune di Scandicci, sottolinea questo importante passaggio: “Oggi per noi è un nuovo inizio. La cosa più bella che ci ha colpito è come questo inizio sia stato organizzato – ha raccontato ai giornalisti in sala -. A Scandicci abbiamo trovato rispetto, educazione e organizzazione. Sull’aspetto tecnico, probabilmente conosciamo più la Spagna che noi stesse: con loro non è mai un’amichevole. Nel corso degli anni ci hanno sbarrato la strada a molti obiettivi (due volte su tre alle qualificazioni alle fasi finali dell’Europeo, ndr). Ma negli ultimi 2-3 anni si è alzato il livello di attenzione che loro hanno nei nostri confronti. Non solo per i risultati, che sono solo la fine del lavoro: sentire che la Spagna ha voglia di competere con l’Italia mi riempie d’orgoglio. Massimo rispetto per loro, hanno vinto tre Europei e scegliamo di affrontare questo tipo di gare perché vogliamo competere al massimo possibile e questo è l’impegno che più ci stimola e più ci dà indicazioni su come dobbiamo lavorare. Oggi abbiamo un obiettivo vero, che è il Mondiale e reputo che questo tipo di partite siano quelle che più dobbiamo giocare. Iniziamo a sentirci importanti anche noi, siamo responsabili di qualcosa e ci dà stimoli. Abbiamo fatto il possibile per ottimizzare il lavoro e ora proveremo a divertirci: uno dei motivi per cui facciamo sport è il divertimento. L’anno scorso di questi tempi giocavamo in Spagna, riuscimmo a strappare un pari, dobbiamo provare a non retrocedere ma avanzare, provando a concretizzare il lavoro fatto in questi giorni. Dietro quel 2-2 ci sono tanti sacrifici per guadagnarci spazio. Non mi dimentico, però, che il giorno dopo abbiamo perso 3-1 ma, a prescindere, c’è stata una chiara inversione di tendenza. Domani cercheremo di avere conferme, mi interessa vedere consapevolezza e atteggiamento, sempre con umiltà. ‘Conferma’ deve essere la parola chiave per quello che ci aspetta nel percorso da qui al Mondiale. Visto che poi le nostre colleghe del calcio a 11 ce l’hanno fatta a battere la Spagna, ci proveremo anche noi, per dare un segnale a tutto il mondo delle Nazionali”.

L’ASSESSORE A dare il benvenuto alle Azzurre è stato invece l’Assessore allo sport del Comune di Scandicci: “Siamo contenti e grati che il nostro comune e il nostro palazzetto siano stati scelti. Speriamo di essere sufficientemente accoglienti per farvi sentire a casa – ha dichiarato Andrea Franceschi –. È un momento importante, due test probanti che sono un primo passo di preparazione per momenti più importanti. Faccio un grande in bocca al lupo alle ragazze, saremo sugli spalti a fare il tifo per loro”.

SESTARI Ha poi sottolineato l’importanza della partita la numero 1 delle Azzurre Ana Carolina Sestari, considerata a ragion veduta uno dei portieri più forti al mondo: “Quelle con la Spagna saranno due amichevoli importanti – ha commentato –, ci daranno risposte sul lavoro fatto e su quello che dovremo fare più avanti. Giocare il Mondiale è il sogno di tutti sin da quando abbiamo iniziato a toccare il pallone. Speriamo di poterlo organizzare in Italia, facciamo il tifo per questo. Ma indipendentemente da ciò, come squadra vogliamo esserci. Mi emoziono anche al solo pensiero”. Presenti inoltre alla conferenza stampa il vicepresidente della Divisione Calcio a 5 Antonio Scocca, il presidente del CR Toscana Paolo Mangini, la delegata regionale SGS del calcio a 5 del CR Toscana Valentina Rosini e il coordinatore regionale delle Rappresentative di calcio a 5 del CR Toscana Ivan Affibbiato.

LA SITUAZIONE ‘MONDIALE’ Le Azzurre intanto sono in raduno da venerdì e fra oggi pomeriggio e domani mattina svolgeranno le ultime due sedute di rifinitura per poi scendere in campo martedì sera cercando di strappare un risultato positivo contro una rivale prestigiosa, monopolizzatrice di tutte e le tre edizioni dell’Europeo. Due amichevoli che anche visti gli ultimi sviluppi che il mondo del futsal femminile ha accolto con favore, assumono un significato importante: nel 2025, infatti, si terrà per l’appunto la prima edizione del Mondiale, a cui la FIGC concorre per l’organizzazione. La recente introduzione della rassegna iridata ha inoltre modificato il calendario internazionale. Il Comitato Esecutivo della UEFA, nella riunione di Amburgo dello scorso 2 dicembre, ha infatti definito la cancellazione della quarta edizione dell’Europeo di futsal femminile, previsto per il 2025, cambiandone il format allineandolo a quello maschile. Women’s Futsal EURO si disputerà ogni 4 anni – prossimo appuntamento fissato nel 2027 – con una fase finale allargata da 4 a 8 partecipanti. In quest’ottica, il 2024 diventa l’anno delle Qualificazioni Mondiali, a cui ovviamente sia Italia che Spagna non vogliono mancare.

L’elenco delle convocate

Portieri: Ana Carolina Sestari (Città di Falconara), Denise Carturan (VIP), Anthea Polloni (Kick Off)

Giocatrici di movimento: Adrieli Bertè (TikiTaka Francavilla), Rebecca De Siena (TikiTaka Francavilla), Arianna Bovo (Kick Off), Greta Ghilardi (Kick Off), Gaby Vanelli (Kick Off), Federica Belli (GTM Montesilvano), Bruna Borges (GTM Montesilvano), Ludovica Coppari (GTM Montesilvano), Rafaela Dal’Maz (GTM Montesilvano), Sara Boutimah (Città di Falconara), Erika Ferrara (Città di Falconara), Silvia Praticò (Città di Falconara), Renata Adamatti (Bitonto), Alessia Grieco (Bitonto), Nicoletta Mansueto (Bitonto), Elisa Narcisi (Atletico Foligno), Giulia Teggi (Pelletterie)

Staff – Tecnico federale: Francesca Salvatore; Capodelegazione: Luca Bergamini; Segretario: Fabrizio Del Principe; Vice allenatore: Sebastiano Alfio Giuffrida; Preparatore atletico: Gianni Colagiovanni; Preparatore dei portieri: Fabrizio Bombelli; Video analista: Riccardo Manno; Medici: Giuseppe Maccauro e Pierluigi Martinelli; Fisioterapista: Benedetta Cecchini Saulini;

GARE AMICHEVOLI
5 dicembre, Italia-Spagna, ore 21, Palazzetto dello Sport di Scandicci | diretta figc.it e Futsal TV

6 dicembre, Italia-Spagna, ore 19, Palazzetto dello Sport di Scandicci | diretta figc.it e Futsal TV

Ufficio Stampa Divisione C5