Ieri l’Unicusano Queens Tivoli è caduto contro la capolista Vis Fondi. Una partita bella e combattuta, come dichiara Elena Angelelli, ma anche sfortunata visti gli ennesimi infortuni che stanno decimando la rosa di mister Aliberti. Il periodo insomma non è dei migliori, ma Elena confida pienamente nella tenacia della sua squadra.

In questa intervista concessa in esclusiva ai microfoni di Ladyfutsal, Elena suona la carica in vista dei prossimi impegni: servirà gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Ciao Elena! Un commento sulla gara di ieri?
“Poco da commentare purtroppo. E’ stata una partita bellissima e molto equilibrata, con un gioco da parte di entrambe le squadre sia pulito che tecnico. E’ stato un bello spettacolo di calcio a 5. Ci tenevo a complimentarmi con la terna arbitrale: l’arbitraggio è stato veramente eccezionale, per la prima volta abbiamo trovato una terna competente e obiettiva. Nonostante il nervosismo per la sconfitta a fine gara mi sono avvicinata per complimentarmi, perché sono stati veramente all’altezza di una partita tesa. Il vero peccato è che abbiamo metà squadra fuori, anche ieri due nostre giocatrici si sono infortunate e in questo momento stiamo affrontando tutte squadre toste. Nonostante tutto abbiamo messo il cuore, siamo state bravissime. Mi do molte colpe perché ho fatto un partitone ma non ho segnato, il mio gol sarebbe servito come il pane. Faccio i complimenti al difensore avversario, fortissima, mi ha massacrato!”.

Alla luce di queste pesanti assenze, come affronterete la gara con l’Angelana?
“La prepareremo con concertazione altissima, sperando che tutte mettano gambe e cuore. Soprattutto cuore. Perché in questo momento serve quello”.

Sei qui da quest’anno, come ti trovi all’Unicusano?
“E’ una realtà super vivibile e piacevole. Il gruppo è fantastico, mi trovo benissimo e stiamo cercando di costruire la squadra pian piano, visti i tanti infortuni”.

Elena, il tuo obiettivo stagionale?
“Lo stesso di tutte noi: far bene e qualificarci alle Final Eight. Certo il periodo è quello che è, l’infortunio di Chiara Croce la terrà fuori a lungo, ma confidiamo in altri rientri a breve. Non vogliamo solo la sopravvivenza in categoria”.

Valentina Pochesci