L’appetito vien mangiando recita un vecchio detto mai passato di moda. E la Polisportiva, dopo gli acquisti da copertina segnati nei giorni scorsi, ne ha messo un altro nelle ultime ore. E sempre da stropicciarsi gli occhi. La società neroverde annuncia di aver acquisito le prestazioni di Marfil Errico.

LA CARRIERA – Diciassette anni, ma un curriculum da leggere con calma perché lunghissimo. Inizia, come tutte le ragazze, a dare i primi calci al pallone nella società maschile del mio paese natale, Mola di Bari, per poi approdare per la prima volta in una società polignanese di calcio a 5, Neapolis. Il suo impegno, sacrifici e miglioramenti sono stati ripagati con selezioni, raduni e convocazioni, prima con la rappresentativa pugliese e successivamente con la Nazionale italiana Under 19. Con quest’ultima ha esordito nel torneo nazionale sperimentale di Campobasso e nel torneo in Portogallo. Successivamente c’è l’esordio nel campionato nazionale di Serie A2, dove per due anni è in forza a Conversano, capitanata dal mister Giancarlo Berardi e l’anno scorso è passata al Fasano guidato sempre da mister Michele Pannarale, vincendo il campionato.

ERRICO – “Dopo numerose proposte ho scelto la società del Bitonto – spiega -, poiché fin da subito ha suscitato in me moltissima determinazione e serietà, con obiettivi ben precisi e giusti mezzi per raggiungerli. Penso che per vincere un campionato nazionale il talento di ogni singola giocatrice e componete dello staff passi in secondo piano, quello che conta realmente è la passione, la determinazione e l’amore che si ha per questo sport. Se sei in una squadra unita, incoraggiante, instancabile, che ama ciò che fa, nulla è impossibile. Alla luce proprio di questo, sono entusiasta di ritrovare mister Michele Pannarale, persona professionale, la quale mi ha trasmetto tanto e alcune delle mie compagne con cui ho affrontato il campionato precedente. Non nascondo la mia voglia di allenarmi e scendere in campo, soprattutto dopo il periodo della quarantena. Sono una ragazza ambiziosa, con tanta voglia di migliorare e purtroppo non temo nulla. Ad maiora semper”.

QUI la fonte.

Ufficio Stampa Polisportiva Bitonto