Dopo quello di Samira Ghanfili, è il sì di Ana Carolina Caliari Sestari a chiudere a doppia mandata la porta del Montesilvano. Una notizia che rende felici tanto i tifosi quanto la giocatrice biancazzurra, che al momento sta trascorrendo le proprie vacanze in Brasile prima del ritorno in Italia per la preparazione atletica. “Perché ancora questo club? – spiega la giocatrice – È stata una scelta naturale. Definiamo casa quel luogo dove lasciamo il nostro cuore e questa è senza dubbio casa mia”.
Giuramento di fedeltà che ha bisogno di poche spiegazioni per l’estremo difensore di Progresso.
“Quest’anno è stato difficile, ma questa squadra c’è sempre stata. Da quando esiste la Serie A nessuno ha vinto due scudetti consecutivi e ci sarebbe piaciuto riuscirci, ma è stata una stagione positiva in cui abbiamo portato a casa una Supercoppa, arrivando fino in fondo a tutte le competizioni che abbiamo disputato. Non dimentichiamo poi la stupenda avventura vissuta al torneo di Madrid: rappresentare l’Italia nella prima competizione europea di questa categoria è stato un onore, ma – conclude Sestari – il trofeo più importante di quest’anno è sempre il gruppo, rimanere uniti è stata la cosa più bella”.