Tanta, tanta voglia di riscatto in casa Torres: dopo le due sconfitte contro Duomo Chieri e Jasnagora, le ragazze di mister Lapuente dovranno affrontare la capolista Union Fenice ma non hanno timore, tutt’altro. In loro c’è la consapevolezza di poter fare bene e lo testimoniano le parole del portiere Alice Pordenoni, arrivata quest’estate in terra sarda.

Allora Alice, per voi un inizio in salita: come sta la squadra in vista della sfida contro l’Union Fenice?

“Sicuramente partenza difficile date le due sconfitte consecutive, ma il morale della squadra non è stato di certo intaccato, anzi siamo tornate subito a lavorare con ancora più determinazione e consapevolezza di ciò che non ha funzionato, anche perché sono state due sconfitte di misura quindi ci siamo. Sabato giocheremo contro una squadra ben amalgamata e con punteggio pieno, quindi servirà oltre al gioco tutta la grinta e la tenacia che ci sta inculcando il mister per giocarcela fino all’ultimo minuto!”.

Al di là di questo come ti stai trovando alla Torres?

“Bene, molto bene, è un ambiente sano e attento in tutti gli aspetti, che io ho potuto rilevare anche nella gestione ottimale del mio infortunio! Come noto il gruppo è nuovo ma con le compagne c’è stata empatia sin dal primo giorno, e grazie al lavoro instancabile e attento del mister i risultati arriveranno presto”.

Che idea ti sei fatta del vostro girone?

“A differenza di alcune mie compagne, che già l’anno scorso hanno giocato contro molte di queste squadre, io posso solo dire che sicuramente è un girone molto competitivo quindi ancor più stimolante!”.

Valentina Pochesci