Il Montesilvano si aggiudica la Supercoppa italiana battendo 2-0 la Lazio al termine di una gara tirata fino alla sirena. Un gol per tempo per la squadra di casa con Troiano a 8 secondi dalla fine e Dalla Villa a quattro minuti dal termine del match. Biancocelesti che escono a testa alta dal Pala Roma anche se pesano quei cinque falli non sfruttati per più di sette minuti. Nel primo tempo Guidotti aveva sbagliato anche un tiro libero.

Amparo 9 – E’ la spagnola che imposta il gioco del Montesilvano da dietro, prova l’uno contro uno e va al tiro in più occasioni. Imprescindibile.

Troiano 8,5 – Trova il gol del vantaggio allo scadere del primo tempo, brava a insaccare un pallone vagante messo in mezzo da Amparo. Nella ripresa va su tutti i palloni, instancabile.

Domenichetti 8,5 – Va vicino al gol del raddoppio nel secondo tempo da posizione defilata ma trova solo l’esterno della rete, è comunque una delle più pericolose dell’incontro dimostrando di essersi inserita al meglio nel gioco di Francesca Salvatore. Non a caso è lei a servire l’assist per il raddoppio firmato Dalla Villa a quattro minuti dalla fine.

Pomposelli 7 – Regala magie di grande futsal, con tunnel e accelerazioni. E’ l’anima della squadra biancoceleste.

Duco 6,5 – Insieme a Rebe e Jornet cerca di dare quel qualcosa in più con l’esperienza ma non basta. La Lazio non riesce a essere abbastanza cinica sotto porta.