Due reti ed un assist. E’ Arianna Pomposelli la migliore in campo nella Supercoppa. Subito dopo è il turno di un’altra All Blacks, Debora Vanin. Ma le ragazze del Salinis non sono da meno…

Pomposelli 9. Primo tempo fissato sull’uno contro uno ma ripresa da incorniciare e suggellata da due magie, entrambe sulla corsia di sinistra. Con la prima serve a Bettioli la palla dell’1-2; la seconda è tutta per lei, dribbling, suolata e tiro sul secondo palo. All’ultimo istante, con la porta del Salinis sguarnita, calcia a rete direttamente dalla propria metà campo, sulla sirena che mette la parola fine al match. MERLINO.

Vanin 8. Copre e quando attacca fa male. Mix di duttilità tattica e potenza, cuore e muscoli della Serie A femminile. Quando esce, la retroguardia del Kick Off scricchiola. Spacca la traversa con una conclusione da posizione defilata. Sua la fiondata dell’1-1 che risponde al vantaggio di Manieri, suo l’assist per il poker delle All Blacks. INOSSIDABILE.

Bettioli 7,5. Secondo tempo incredibile. Sorniona nella prima frazione di gioco, è decisiva nella ripresa. Prima porta in vantaggio le All Blacks, poi, dopo il 2-3 di Giuliano, mette a segno la sua seconda rete personale, che consente al Kick Off di ristabilire le distanze. BATMAN.

Manieri 7,5. E’ il playmaker della squadra. Detta i tempi e, quando c’è Taty la dietro, cerca di spingere e di creare spazio per le proprie compagne in attacco. Sua la rete dell’1-0, un gol che risveglia il Pala Poli di Molfetta. Con il Salinis sotto di una lunghezza, calcia da posizione centrale ma non riesce a sorprendere nuovamente il portiere del Kick Off. Sua la rete con una botta dal limite a 26” dal termine. TOTEM.

Taty 7. Come nella passata stagione, è tra le più piacevoli certezze della formazione pugliese. Detta i tempi, va in interdizione, è impeccabile come ultimo, murando, respingendo e costruendo. Accelera, sterza e va al tiro. Che dire? Eleganza e sostanza. METRONOMO.

 

Marco Ottaviani