Il TikiTaka Planet Francavilla riparte con il pieno di benzina nelle gambe. Dopo aver vinto la prima di campionato contro la Vis Fondi e aver lavorato duro durante la sosta, sabato pomeriggio le giallorosse di Cely Gayardo saranno impegnate ad Avellino contro l’Irpinia (ore 18, diretta streaming su Futsaltv.it) nella seconda giornata. Gianluca Bellafante, preparatore atletico di Vanin e compagne, alla seconda stagione con il club, riparte dal successo del debutto.

“La squadra è arrivata bene alla prima di campionato, dopo quattro settimane di preparazione. Le ragazze hanno risposto bene sia sul campo che in palestra, oltre che nei test amichevoli. C’è ancora da migliorare, ovviamente. C’è un allenatore nuovo e un nuovo staff, ma la risposta è stata positiva. Abbiamo vinto, in un test valido, ma le prove importanti arriveranno un po’ più avanti”, dice Bellafante.

Laureato in Scienze Motorie, un quarto di secolo nel mondo del fitness e dello sport, dieci anni nella danza, come atleta e come preparatore riconosciuto a livello nazionale e, in passato, anche giocatore di basket. Il palazzetto per lui è casa. “Il passato da sportivo e lo studio aiutano ad approcciarsi in tutte le discipline per essere un bravo preparatore. Lo sport è in continua evoluzione e bisogna sempre studiare e stare sul pezzo. La mia esperienza nel futsal è al secondo anno, ma penso di essermela cavata bene finora”.

Se l’è cavata benone, vista la riconferma della società arrivata l’estate scorsa: “Sicuramente essere stato confermato è stato un piacere e un onore, considerando che il riconoscimento della società è arrivato dopo il lavoro svolto nella passata stagione. Lavoro a livello umano, ma anche tecnico, sul campo: da neopromossi siamo arrivati subito ai vertici. Per questo credo che il motto sia “squadra che vince non si cambia”. Penso che quest’anno faremo ancora meglio, mi sento ancora più integrato nella società e il lavoro non potrà non migliorare”.

Bellafante è molto colpito anche dai metodi di coach Cely Gayardo: “Una persona molto umana che ha grande rispetto per i suoi collaboratori. C’è forte condivisione di tutto ciò che è l’aspetto tecnico: allenamento, partita, tempi di recupero. Il confronto è costante, quotidiano. Si lavora in team. Lei è umile, preparata e sa ascoltare lo staff: questo mi ha colpito molto. Potrebbe essere la chiave vincente”.

Sabato si va sul campo di un’altra matricola, l’Irpinia: “I presupposti per vincere ci sono tutti. Siamo in forma, gli allenamenti danno ottimi risultati. Bisogna, però, andare in campo con tanta umiltà: gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, le partite possono prendere pieghe imprevedibili senza il giusto approccio. Vogliamo i tre punti per arrivare pronti al derby contro il Pescara”.


Ufficio Stampa TikiTaka Planet C5 Femminile