Festa in casa Thienese: la squadra di mister Centofante domenica ha centrato la salvezza contro l’Arcadia Bisceglie. Una salvezza sofferta, e forse per questo ancora più sentita. Dopo il 4-2 dell’andata, le venete hanno dovuto fare i conti con la voglia di rivalsa dell’Arcadia, che ha tentato l’impresa: solo i calci di rigore hanno stabilito il vincitore. Ma alla fine quel che conta, per la Thienese, è aver raggiunto l’obiettivo.

Noi di Ladyfutsal ne abbiamo parlato con Giulia Zampieri, una delle protagoniste dell’incontro: suo il rigore decisivo, un gol valso una stagione intera. Che per Giulia, al suo primo anno a Thiene, resterà indelebile.

Allora Giulia, salvezza raggiunta in una gara sofferta: per te, la grande soddisfazione di aver realizzato il rigore decisivo…

“Sicuramente potevamo e dovevamo gestire meglio il vantaggio ottenuto all’andata. Domenica è stata una partita equilibrata e combattuta, con buone occasioni da entrambe le parti, ma la porta del Bisceglie era ‘stregata’ (merito del portiere che ha parato tutto). Perciò l’unica soluzione sono stati i calci di rigore: noi eravamo cariche dopo aver tentato il tutto per tutto nei supplementari. Nel limite del possibile ho tirato il rigore, cercando di lasciare fuori le emozioni che altrimenti mi avrebbero fatto perdere lucidità e concentrazione. Quando ho segnato… un urlo liberatorio e lacrime di gioia. In quel momento sì, ho lasciato libero sfogo alle emozioni”.

Cosa rappresenta per voi questa salvezza?

“Era il nostro obiettivo sin dall’inizio, poi alcuni episodi ne avevano compromesso il raggiungimento ma abbiamo sempre creduto di potercela fare. Per noi è stata un’impresa incredibile, raggiunta con tanto impegno, sacrifici e con la voglia di dimostrare che chi non si arrende viene ripagato!”.

Un tuo bilancio della stagione? E un augurio per la prossima?

“Tornare a giocare dopo un infortunio al ginocchio è sempre difficile, ancor di più in questa categoria. Essere riuscita a dare il mio contributo per raggiungere la salvezza per me è stato un traguardo importante. Giocare a questi livelli ti dà l’opportunità di crescere molto, spero di migliorare ancora e togliermi delle soddisfazioni in campo”.

Valentina Pochesci