Domenica una vera e propria finale attende la squadra di Mister Pellegrini che va a Milano per giocarsi buona parte del primo posto nel girone Gold Round. È bene chiarire che il primo posto, con le prime quattro posizioni già assicurate, non dà nessun vantaggio pratico, ma solo teorici. Prima di tutto la possibilità di giocare quarti e semifinali prima in trasferta e poi in casa, in secondo luogo sarebbe per la prima volta nella propria storia che la Ternana Calcio Femminile avrebbe in caso di accesso alla finalissima due gare da giocare in casa su tre e quindi al contrario delle due ultime finali scudetto con la Lazio del 2013/2014 e 2014/2015, di poter davanti ai propri tifosi giocarsi la possibilità di bissare il tricolore di due stagioni fa.

Una vittoria a Milano metterebbe praticamente al sicuro il primo posto, sempre che il Sinnai non vinca con Olimpus, Statte e Cagliari. Potrebbe andare bene anche un pareggio nel caso in cui il Sinnai perdesse una delle tre gare visto che a pari punti con le romane dell’Olimpus lo scontro diretto consegnerebbe comunque il primo posto. Discorso invece inverso se il Sinnai vincesse tutte e tre le gare, a quel punto non basterebbe alla Ternana neanche vincere a Milano e con la Lazio fanalino di coda venerdì 7 alle 20.30 al Di Vittorio perché a pari punti le isolane avrebbero il vantaggio dello scontro diretto a favore (3-1 in Sardegna).

Fatto sta che servirà la miglior Ternana Femminile per vincere a Milano contro una Kick Off che sembra la peggior avversaria che potesse capitare in questo periodo alle Ferelle visto la forma fisica e mentale delle meneghine. Nessuna assenza da una parte e dall’altra, sostanzialmente la squadra di Mister Russo non ha gran che da chiedere visto che servirebbe un vero e proprio miracolo per agganciare il quarto posto lontano ben quattro lunghezze, ma con il Sinnai che ha una gara in meno. Insomma una partita che è di fatto una finale per le Ferelle, ma anche una gustosa sfida per le milanesi che possono, dopo aver fermato l’Olimpus sul pareggio, sgambettare le rossoverdi in corsa per la testa della classifica. Nei due precedenti confronti Renata e compagne hanno battuto le lombarde due volte su due sia a Milano che a Terni, ma si sa i precedenti sono fatti per essere smentiti. Appuntamento ore 16 al Palasport di San Donato Milanese.

Tania Comanducci – Ufficio Stampa Ternana Calcio Femminile