Uno scontro che alla viglia sembrava dal pronostico chiuso ma che si è rivelato molto più ostico ed equilibrato, come anche la gara di andata aveva dimostrato. Segreto e compagne si sono avvicinate al match contro la Futsal Canicattì consapevoli che valesse ben più dei soli tre punti, poiché la vittoria avrebbe archiviato la pratica salvezza con tre mesi di anticipo e proiettato la formazione messinese verso obiettivi ben più importanti. Missione compiuta per la truppa di mister Cernuto, grazie alle reti della solita Martina De Gaetano, giunta già in doppia cifra come score personale, che prima ha sfruttato un assist di Marchetta e poi ha riportato le sue compagne avanti grazie all’assist da punizione di Loiacono. Per il Team Scaletta adesso una classifica che recita un solo punto di distanza dal piazzamento playoff con la serenità di poter preparare, senza assilli, le prossime tre sfide contro Irpinia, Ragusa e Cmb, che si preannunciano come le più difficili dell’intero campionato.

PRIMO TEMPO – La prima conclusione è firmata da Brusca ma palla che termina alta. Dall’altra parte recupero palla di Marchetta che si invola, contrasto vincente e palla che sbuca verso De Gaetano che piazza il destro a giro che sblocca il match. Ancora Scaletta e ancora De Gaetano, stavolta di potenza, palla di poco a lato. Ancora doppio tentativo di De Gaetano, che ci prova di forza prima con la punta e poi di collo, ma anche in questo caso Canicattì che si salva. Poco dopo grossissima chance per la formazione di con Montante che tira di punta. Ad Arrigo serve una grande reazione di reni per togliere la palla dalla porta. Entra Firrincieli e si rende subito pericolosa con un tiro da centrocampo che prende in pieno l’incrocio, e poi con un lancio di esterno per Loiacono che non riesce nella deviazione a porta vuota. Canicattì che sale di intensità e trova il pari con Patti che raccoglie un pallone vagante e deposita a porta vuota. Finale di marca Scaletta con occasionissime, nella stessa azione, per Firrincieli, Loiacono e ancora Firrincieli, ma il muro del Canicattì regge.

SECONDO TEMPO – Seconda frazione che si apre con occasioni per Patti e Marchetta, entrambe fuori bersaglio. Team Scaletta che cerca di tenere palla in attesa di uno spiraglio e Canicattì che ci prova in contropiede. Inizia il duello personale tra Brusca e Arrigo con quest’ultima che nega la gioia del goal prima in uscita bassa, e poi deviando in corner. Ci prova Pensabene prima di precisione e poi di potenza, entrambe fuori bersaglio. Supremazia nel possesso ospite che si concretizza a metà della seconda frazione con Loiacono che è bravissima ad appoggiare una punizione a De Gaetano, tiro di prima intenzione e nuovo vantaggio Scaletta. Formazione ospite che potrebbe chiuderla con Cusumano, imbeccata da Marchetta, ma la laterale messinese arriva di poco in ritardo. In chiusura serve super Arrigo per disinnescare la bordata di Putano. Canicattì che inserisce anche il portiere di movimento ma è Arrigo ad andare vicina al goal cogliendo il palo da porta a porta.

Ufficio Stampa Team Scaletta