Al termine della campagna acquisti, a poco più di dieci giorni dall’inizio del campionato, abbiamo chiesto al nostro DS Stefania Ballarino, di tracciare una analisi sulla squadra e su quel che ne sarà.

Tracciamo un bilancio della campagna acquisti ancora in corso. Soddisfatta?
“Ciao. Si, soddisfatta come sempre; l’obiettivo era innanzitutto riconfermare parte delle giocatrici dello scorso anno e da lì rinforzare la rosa con 2/3 innesti. Cosa che è stata fatta, anzi di più, abbiamo preso 5 ragazze e sono felice di questo. Penso sia una bella squadra, già vedo le ragazze molto affiatate tra loro, tassello fondamentale per affrontare questa stagione.”

Secondo te, il Futsal Molfetta, ha colmato quel gap che le permetterà di fare il salto di categoria?
“Anche quest’anno il Futsal Molfetta si farà sentire. Non mi sento di parlare di “salto di categoria”, se accadrà, verrà da se, come è giusto che sia, meglio cominciare rimanendo con i piedi per terra, fare quello che si riesce a fare, giocando bene e portando a casa risultati positivi, poi se arriverà, sarà ancora più bello”.

Che torneo ti aspetti?
“Naturalmente ci saranno anche altre squadre che si sono rinforzate e diranno la loro in campionato. Io ne sono certa, quindi penso che sarà un campionato molto equilibrato, di conseguenza, mi ripeto, ancora più bello”.

Possibile rivelazione sia come squadra che come giocatrice della stagione che sta per iniziare?
“Ogni squadra ha giocatrici di rilievo che sulla carta potrebbero fare la differenza, ma, secondo me, non è il singolo, ma l’intera squadra, l’intero gruppo che fa la differenza”.

Un messaggio per la squadra ed uno per i tifosi del Futsal Molfetta.
“Io ho molta fiducia in ogni singola ragazza della mia squadra, ecco perché mi sento di dire loro, di lavorare sempre sodo e di dare sempre il massimo a partire dagli allenamenti, finendo in partita, sempre con costanza e determinazione. Ripeto, ho molta fiducia in loro e penso già che lo sappiano. Ai tifosi sarà inevitabile dire: “dateci sostegno”, anche perché le ragazze hanno bisogno di sentire il calore di quel palazzetto come il mister e tutta la dirigenza”.

(fonte ufficio stampa molfetta)