Un ritorno particolare nelle ultime settimane, quello di Nicoletta Mansueto con l’Italcave Real Statte. “Non ero disponibile per aiutare le ragazze col Falconara a causa di un importante lutto che ha colpito la mia famiglia. In quell’occasione la squadra ha messo in campo tutto per cercare di vincere, è stato un punto di inizio del campionato. Vincere in casa con la Lazio e in Veneto con il Granzette è stato un risultato di vitale importanza, non solo motivazionale, ma anche perché era fondamentale creare continuità di vittoria. Stiamo lavorando giornalmente nonostante le tante difficoltà dovute al Covid-19: tante privazioni per poter giocare serenamente. Sono sorpresa del gol realizzato domenica scorsa: un gol di sinistro non è da me”.

MANSUETO – La gara contro il Granzette aveva delle insidie di partenza che vengono così spiegate da Mansueto: “Avevamo due assenze: Renata e mister Marzella. Ma, cosa importante, abbiamo dimostrato di essere gruppo giocando con ancor più forza e attenzione. Abbiamo fatto bene per loro e per noi. Certamente, ricordo, questo è un campionato diverso e stiamo trovando continuità nel gioco. Dobbiamo esser bravi, comunque vada, a non distoglierci. Sono convinto che l’Italcave Real Statte dirà la sua come sempre”. Poi emerge dalle sue parole il lato dolce di Nicoletta Mansueto che ha un pensiero particolare per la doppietta di domenica: “Darò il massimo per questo gruppo, un gruppo che ti fa sentire a casa, infatti sono contenta di esser tornata in campo dopo un periodo difficile moralmente. I due gol li dedico a mia nonna che sicuramente avrà esultato con me, come ha sempre fatto”.

Francesco Friuli
Ufficio Stampa Italcave Real Statte
A. Caramia-A. M. Crescenzi
*foto: P. M.