Nella sedicesima giornata la Sportland Milano torna a mani vuote dal Pala Ceccato di
Thiene, ma resta comunque al quinto posto, visto che la coinquilina Duomo Chieri
cade in casa contro lo Jasnagora.

Le milanesi non hanno ripetuto la prestazione contro la capolista Noalese, tornando
sull’altalena come finora fatto nel 2019. Soprattutto sono mancate la carica agonistica
e la lucidità sotto porta, sprecando diverse buone occasioni per rompere il digiuno,
compreso un penalty non trasformato nel finale, che avrebbe potuto riaprire la gara.
Nel primo tempo l’equilibrio permane fino a quando su un fallo non fischiato per la
Sportland sulla ripartenza il Città di Thiene sblocca il risultato, con un tap-in sul
secondo palo.

Ad inizio ripresa 2 buone occasioni meneghine per pareggiare, ma prima De Oliveira
viene stoppata dal portiere in uscita, poi Pozzi, stampa l’incrocio dei pali.
Quindi la svolta del match, con Salmeri già ammonita, che commette fallo da rigore e
finisce anzitempo sotto la doccia per proteste. Il penalty viene trasformato per il 2-0
vicentino. Nel finale le milanesi utilizzano cinque attaccanti e Seveso viene atterrata in area. Il penalty calciato da Civello è potente, ma centrale e il portiere ribatte, spegnendo le
ultime speranze di rimonta.

Domenica 3 marzo la Sportland ospiterà al Pala Pertini (ore 17) le torinesi del Top Five.

Rinaldo Badini- Ufficio stampa Sportland femminile