Due big match spettacolo, quello tra Sinnai e Kick Off e il derby di Roma tra Lazio e Olimpus. Il tutto al giro di boa con l’ultima partita del girone di andata che si giocherà la prossima domenica, 13 novembre.

Marco, partiamo dalla vittoria del Sinnai, che partita è stata?

“E’ stata una gara molto spettacolare ed entusiasmante dove ha fatto da padrona la fase offensiva. Ho visto tanti errori individuali tattici sulla fase di non possesso, da una parte e dall’altra, probabilmente anche causati dal campo piccolo. Però questo ha reso molto spettacolare la gara perché ha tirato fuori le capacità tecniche delle ragazze, su tutte sono uscite Peque e Vanessa per il Sinnai e Priscila e Vieira per il Kick Off. Da sottolineare la grande prestazione dell’ex Ribeiro per le sarde, con due, tre interventi davvero di spessore, anche se, tra tutte, la giocatrice che più mi ha impressionato è stata Peque. Sicuramente il campo del Sinnai rimane una bestia nera per la squadra di Russo. Complimenti a Mura per l’ottimo lavoro che sta svolgendo: mi auguro che possa lottare fino alla fine per il raggiungimento dei suoi obiettivi perché se lo merita. Lo scorso anno ha buttato giù tanti bocconi amari e adesso si sta rifacendo, togliendosi grandi soddisfazioni”.

Altro big match nel girone B, il derby romano. Te lo aspettavi così?

“Nel complesso è stata una bella partita, equilibrata. Nel primo tempo la Lazio ha sprecato tante occasioni e quando trovi davanti l’Olimpus non lo puoi permettere. La squadra di D’Orto è stata cinica, brava a gestire le situazioni negative e a trasformarle in positive grazie all’esperienza delle sue giocatrici. La Lazio continua a commettere gli stessi piccoli errori degli ultimi anni: è una squadra che può competere ad alti livelli ma deve smetterla di sentirsi una “piccola” perché è un ottimo gruppo. In fase difensiva ho visto tanti errori tecnici da parte di entrambe ma in quella offensiva la qualità è stata molto alta. Entrambe possono puntare ad obiettivi importanti anche se l’Olimpus ha dimostrato ancora una volta di essere una seria pretendente al titolo… e senza Rocha e Cely, ancora”.

 

Chiudiamo con Renata, il vero crack di questo campionato, che ne pensi?

“Ha fatto un esordio eccezionale con quattro gol dimostrando di avere grande tecnica e personalità, un acquisto da “10 e lode” da parte della società. Con l’entrata di Adamatti le quotazioni della Ternana salgono tantissimo perché certamente la brasiliana aumenta di molto lo spessore tecnico delle rossoverdi”.