Habemus gironi. Momento atteso. Il primo passo verso la nuova stagione, utile anche a delineare gli avversari dando finalmente nomi. Poi sarà il calendario a decretare il percorso, per ora si può stabilire un’immaginaria griglia di partenza. E il primo commento del direttore sportivo del Gs Pero, Massimo Agosti, è improntato alla cautela. “Un girone abbastanza strano, per la prima volta abbiamo formazioni romagnole e in generale sono poche le formazioni che conosciamo o con cui abbiamo precedenti come Vip Tombolo e Tip Five”.

I tanti punti di domanda sulle avversarie possono cambiare gli scenari?
Agosti: Assolutamente no, le tante incognite che affronteremo inizialmente ci fanno stare ancora più attenti, non nascondo però che sarà affascinante e stimolante confrontarci con realtà nuove ma sicuramente attrezzate. Sarà fondamentale l’inizio, ogni partita sarà differente e servirà tempo per conoscere bene il modo di giocare di tutte le avversarie.

Massimo sulla carta chi è la favorita?

A: Premesso che come detto non conosco tutte le realtà nel dettaglio, metto il Vip Tombolo che sta facendo una signora squadra e anche se non la conosco direttamente propendo per la Virtus Romagna considerato il suo solido passato.

E il Gs Pero?
A: L’obiettivo è una stagione di consolidamento continuando percorso nazionale intrapreso l’anno scorso; è stata portata avanti una campagna di rafforzamento importante sia a livello di squadra che di staff per cui penso ci siano tutte le premesse per centrare gli obiettivi fissati dalla società. Da fine agosto passeremo poi dalle parole ai fatti e toccherà allo staff tecnico e alle ragazze dimostrare il loro valore.

Ufficio Stampa Gs Pero