Grandissima beffa per il Team Scaletta che nei minuti finali si vedere strappare via tre punti fondamentali in via della salvezza. Partita terminata con il risultato di 2-4 per la squadra ospite del Segato, le messinesi in vantaggio fino a 5 minuti dal termine per 2-1, poi l’errore di ingenuità che costa caro alle ragazze di mister Cernuto.

PRIMO TEMPO – I minuti iniziali vedono un Team scaletta proposito e determinato che spreca numerose azioni da gol, al quarto minuto Fedele recupera e impegna Cacciola in un’ottima parata decisiva. Nonostante il numeroso possesso, a passare in vantaggio è il Segato con Fontela che da destra piazza la palla nell’angolo più lontano dove Arrigo non può arrivare (0-1). Le messinesi aumentano la pressione ma, malgrado le ottime occasioni non riescono a finalizzare. La rete del pareggio arriva solo a 28 secondi dal termine della prima frazione di gioco. Fedele supera un’avversaria, tira, e trova la super risposta di Cacciola, ma sulla ribattuta non può più far nulla e Cucinotta insacca facile in porta (1-1).

SECONDO TEMPO – I primi 10 minuti della ripresa mostrano un Team Scaletta più proposito e riversato tutto nella metà campo avversaria, lasciando alle calabresi qualche azione di contropiede che, però, non porta a nulla di preoccupante. A 8 minuti dal termine arriva la rete del meritato vantaggio delle ioniche con Pensabene, che sfrutta al meglio l’assist da destra di Fedele e di piatto accompagna in porta (2-1). La partita continua a essere gestita dalle ragazze di casa che si avvicinano più volte alla rete del doppio vantaggio. A 5 minuti dal suono della sirena, un enorme ingenuità della compagine siciliana regala la rete del pareggio al Segato. Rizzo su rimessa laterale indirizza la palla in rete, ma non essendo stata sfiorata da nessuno non equivale all’assegnazione del gol, l’estremo difensore calabrese approfitta dell’incomprensione per spedire la propria compagna a tu per tu con Arrigo che non sbaglia e sigla la rete del 2-2. L’accaduto sembra aver disorientato il Team, che oramai sperduto, subisce anche la rete del 3-2. Cernuto opta il portiere di movimento, ma nonostante ciò non si riscontra una evidente ripresa e a mettere il punto alla partita ci pensa Foti che, su un’ottima ripartenza, supera Grazia Rizzo piazzando il 4-2.

ARRIGO – Le dichiarazioni di Arrigo: “Siamo noi gli artefici del nostro destino abbiamo giocato ad armi pari contro un’ottima squadra fino a quando non abbiamo commesso un gravissimo errore di ingenuità che non è consono a questa serie e le avversarie furbamente, hanno saputo trarne vantaggio. Questo episodio ci ha tagliato le gambe tanto da non riuscire più a giocare ai nostri standard. Sicuramente una bella beffa, ma sono sicura che anche da queste cadute, sebbene dolorose, si traggano importanti lezioni. Approfitteremo della lunga pausa per lavorare a testa bassa e a gennaio ritornare in campo al meglio delle nostre condizioni. Il lavoro paga sempre e nonostante la fortuna non ci stia sempre sorridendo in questa stagione sono sicura che insieme possiamo tutto”.

Ufficio Stampa Team Scaletta