Non riesce a sbloccarsi in trasferta il Team Scaletta, sul neutro di Bitonto le ragazze di coach Ivana Cernuto, finiscono sotto i colpi di Difonzo e compagne. Un approccio alla gara totalmente diverso rispetto alle ultime uscite aveva fatto presagire a una trasferta con esito diverso e invece, le siciliane, sono crollate dal punto di vista psicologico dopo i due rigori concessi alle avversarie a un minuto dalla fine del primo tempo. Per il Team Scaletta adesso ci sarà una settimana per ricaricare le pile e cercare di sbloccare la quota tre in classifica, ferma dalla prima giornata vittoriosa contro Lamezia. L’occasione sarà quella del derby siciliano, in programma al PalaMili domenica 13 novembre alle ore 16.00 contro il Futsal Ragusa.

PRIMO TEMPO – Match molto equilibrato fra due squadre che hanno entrambe paura di perdere e di scoprirsi. Proteste dalle giocatrici di casa che invocano due volte il calcio di rigore, prima su un ripiegamento difensivo di Musumeci e poi per un presunto tocco di mani di Marchetta, tutto regolare sia per il signor Musci che per il signor Giannelli, sicuramente non nella loro miglior partita. Primo tiro verso lo specchio ospite a firma di Lorusso, attenta Arrigo a chiudere in angolo. Sempre Lorusso, imbeccata in velocità, scarta Arrigo me un’ottima Marguccio la costringe a portarsi la palla fuori. Passano pochi minuti e l’Altamura passa con la sua punta di diamante Pedroso, girata su Pensabene e destro fulminio su cui non può nulla Arrigo. Scaletta che non si disunisce ma anzi costruisce con Cusumano per Marchetta, veronica della laterale messinese ma sinistro strozzato che termina out. Ancora protagonista Cusumano, stavolta in difesa, a salvare sulla linea il pallonetto di Difonzo. A 1’ 40” dalla fine della prima frazione, imbucata di Pedroso per Lorusso, palla che termina sulla spalla di Marchetta ma il secondo arbitro, il signor Giannelli, vede un tocco di mano e decreta il primo penalty di giornata. Sul dischetto va capitan Difonzo che sigla il raddoppio. Scaletta che perde la bussola, azione magistrale del trio altamurano, Pedroso per Lorusso che di tacco serve Difonzo, intervento alla disperata di Arrigo e questa volta rigore che ci sta tutto. Cambia la tiratrice ma non il risultato, destro secco di Lorusso e pesantissimo 3-0 che chiude la gara.

SECONDO TEMPO – Team Scaletta che approccia al secondo tempo come aveva chiuso il primo, dopo soli tre minuti arriva l’azione del 4-0. Marguccio perde palla in uscita, contrasto vincente di Pedroso su Pensabene e di esterno beffa Arrigo in uscita. Compagine messinese che cerca di reagire lasciando inevitabilmente spazi alle avversarie. Ancora Difonzo in contropiede ma stavolta nessuna compagna segue l’azione per concretizzare la superiorità numerica. Ci prova Musumeci servita da Marguccio, grande parata di Sabatini che devia in angolo. Musumeci per De Gaetano, destro potente e preciso da posizione defilata ma è il palo a dire di no alla numero 18 ospite. Marchetta va via uno contro uno, supera Pedroso ma al momento del tiro si allunga il pallone a para Sabatini. Pensabene per Marchetta, esterno parato da Sabatini ma sulla respinta ancora Marchetta e Lorusso salva sulla linea. Ci prova anche Pensabene dalla lunghissima distanza, deviazione di Sabatini che alza sulla traversa. Ci pensa allora Pedroso a chiudere definitivamente i giochi, azione personale con la difesa ospite che resta a guardare e sinistro chirurgico che vale il 5-0. Controllo errato di Cusumano che regala una rimessa alle avversarie, battuta rapida e uno-due tra di Difonzo e Lorusso con quest’ultima che sigla la propria doppietta personale. C’è spazio per un ultimo tentativo Scaletta che trova finalmente il gol della bandiera con Martina De Gaetano, utile però solo alle statistiche personali e di squadra.


Ufficio Stampa Team Scaletta