Al PalaFlaminio di Rimini vince la Virtus Romagna per 5-2. Non basta la reazione delle leonesse nella ripresa per evitare l’eliminazione dalla Coppa. Ora la testa è tutta al campionato che si aprirà il 6 ottobre con la trasferta marchigiana per affrontare il Dorica Torrette.

Dopo una breve fase di studio, è la squadra di casa in maglia bianco azzurra ad andare in vantaggio grazie all’assist di Berti che con un bel passaggio in diagonale pesca capitan Mencaccini, brava ad incrociare con il destro non lasciando scampo a D’Elia (1-0). La Virtus Romagna continua a spingere ed al 5’ Berti impensierisce nuovamente la retroguardia valligiana, ma D’Elia si fa trovare pronta e blocca.

Il Sassoleone tenta una timida reazione portandosi in avanti, ma viene punito da un contropiede fulmineo: in avanti una palla persa da Rossi viene trasformata in un’occasione clamorosa per il Romagna, Falcioni dalla sinistra mette in difficoltà la difesa in maglia antracite e serve Berti che sigla il raddoppio (2-0). La Virtus rimane ancora in assetto offensivo, al minuto 7 un tiro di Berti viene neutralizzato in tuffo da D’Elia. Al 10’ è ancora D’Elia ad evitare un goal quasi certo, annullando Mencaccini lanciata in solitaria verso la porta delle leonesse.

Le ragazze allenate dalla coppia Graldi-Siglioccolo mettono la testa fuori dalla loro metà campo, senza tuttavia trovare una nitida occasione da rete. Al 15’ sono nuovamente le locali a rendersi pericolose con il tiro di destro di Mancarella, D’Elia in due tempi para. A poco più di tre minuti dal termine della prima frazione, il Sassoleone alza il ritmo riversandosi in attacco; arriva infatti una buona occasione con Giovannini, che è brava ad eludere la marcatura dell’avversaria ma non riesce a trovare il tempismo giusto per battere a rete. A stretto giro sono ancora le ospiti a riversarsi in avanti, in rapida successione prima Vartuli poi Giovannini costringono il portiere Della Corte agli straordinari per evitare la rete. Al 19’ è ancora Vartuli a mettere in difficoltà l’estremo difensore di casa, che blocca la conclusione dalla distanza della leonessa numero 8. Sul capovolgimento di fronte è tempo di una nuova puntata del duello Berti – D’Elia, ancora una volta il numero 12 ha la meglio, deviando in uscita la conclusione della numero 14 romagnola.

Nella ripresa, la squadra allenata da Alessandra Imbriani si rende pericolosa con una veloce discesa offensiva al sesto minuto, ma Fusconi liscia la palla nel momento determinante. Il tempo è però maturo per la terza rete delle padroni di casa con Falcioni, che si trova sola al cospetto di D’Elia spiazzandola di sinistro (3-0). Al minuto 11 c’è il tentativo di accorciare le distanze con le conclusioni in successione di Spada e Fortuna, che non sortiscono l’effetto sperato. Sul capovolgimento di fronte vanno però a segno le locali con Falcioni, che deposita in rete un ottimo pallone proveniente dalla destra (4-0). Un minuto più tardi Spada cerca il goal della bandiera, alzando troppo la mira. Le locali tentano allora di dilagare, ma è abile D’Elia a dire di no per due volte alle attaccanti biancazzurre. Il cronometro segna 2.53’ dalla fine quando viene fischiato il sesto fallo per il Romagna. Il tiro libero viene calciato da Jennifer Antonecchia che a tu per tu con la neoentrata Bagnolini non sbaglia (4-1) Un minuto più tardi viene fisciato un nuovo tiro libero per un fallo su Galassi. E’ ancora capitan Antonecchia a presentarsi davanti a Bagnolini, non lasciandole scampo (4-2). Il Sassoleone pare essersi improvvisamente ringalluzzito e sfiora il terzo goal con Galassi, ma il suo destro finisce sul palo. A 20” dal termine le romagnole sigillano il risultato con la firma di Fusconi (5-2).

(fonte ufficio stampa sassoleone)