Un mercoledì da… leonesse. Questo è il riassunto che si può fare del recupero della dodicesima giornata di campionato giocato questa settimana e finito con una stupenda vittoria del Sassoleone, che ha espugnato in rimonta il pallone tensostatico di San Giovanni Valdarno. Non c’è però più tempo per pensare ai tre preziosi punti conquistati, perché domani sarà un’autentica battaglia.

LE PREMESSE – Al PalaCavina di Imola (calcio d’inizio ore 16:00, arbitri Sig.ri Andrea Casadei di Cesena e Venerando Di Bella di Piacenza, cronometrista Gabriele Cortese di Bologna) domani arriverà la Virtus Romagna per il primo dei due derby emiliano-romagnoli del girone di ritorno. La squadra riminese, forte del secondo posto in graduatoria, è reduce da un’inattesa sconfitta nel recupero della prima giornata di ritorno contro il Firenze. Le ragazze di mister Imbriani sono state infatti battute a domicilio dalle gigliate per 4-2, fallendo il sorpasso in vetta ai danni del TikiTaka Francavilla, ancora al vertice della graduatoria del girone B del campionato di Serie A2. La volontà delle rivierasche sarà quella di tornare subito al successo. Il Sassoleone, di contro, vuole cancellare il 9-1 subito nella partita di andata giocata al Pala Flaminio di Rimini.

BONAVENTURA – Miriam Bonaventura, leonessa numero 10, rivive il match di mercoledì: “Contro il San Giovanni abbiamo dato tutto, siamo state molto brave nell’approccio alla partita, giocando con grande cattiveria agonistica e non lasciando spazi alle nostre avversarie. È venuta fuori la nostra voglia di vincere, che forse in altre partite non si è vista. Questa prestazione deve essere il nostro punto di partenza, sia dal punto di vista mentale che da quello tecnico-tattico”. Spesso il centrale delle valligiane, da tre anni in gialloblù, ha ricoperto anche il ruolo di portiere di movimento nei forcing offensivi del Sassoleone, forte anche della sua esperienza come portiere di calcio a 11, dove ha militato anche in Serie A con la maglia del San Zaccaria: “Non è semplice ricoprire quella posizione, soprattutto in momenti dove le fasi della partita sono concitate e la stanchezza si fa sentire. Nonostante questo, cerco di mettercela tutta per servire palloni utili alle mie compagne. Anche se sono anni che non sono tra i pali, è piacevole ritornare in quella posizione, all’occorrenza. Le basi del ruolo me le ricordo ancora (ride, ndr)”. Domani c’è una partita impegnativa, il derby contro la Virtus Romagna, che viene da una sconfitta incassata in settimana: “Loro saranno molto arrabbiate, scenderanno in campo con grande determinazione. Noi dovremo mettere in campo la grinta vista contro il San Giovanni, ricordandoci anche del ko dell’andata. Quel risultato ha lasciato il segno, dovremo giocare con più rabbia di loro, con la voglia di riscattare quella brutta sconfitta”.

Ufficio Stampa Sassoleone