Il nuovo anno per la Santus inizia con la qualificazione alle Final Eight Under 19 e con una sfortunata sconfitta per la A2. Ne parliamo con uno dei pilastri della società Maria Lucia Basolu.

Mary il nuovo anno è iniziato subito con una gioia per l’Under 19 e una sfortunata sconfitta contro il San Marino. Partiamo dall’Under19 quali sono i vostri e i tuoi obiettivi? A Bisceglie avete l’occasione di mettere in mostra le vostre caratteristiche e di trovare altrettanto squadre preparate. Cosa ti aspetti
Basolu:
Obiettivi collettivi? Sicuramente fare bene a Bisceglie e far vedere che il nome del Santus può essere portato in alto anche dalle più piccole; personali mettermi in mostra, in gioco con altre squadre. Mi piace il confronto e la competizione, non c’è mai perdita, anche con la sconfitta si ricava qualcosa: esperienza e sempre un qualcosa da “rubare” alle avversarie per metterlo in pratica in seguito.

Penso che andremo bene, le due partite ci hanno caricato, dobbiamo solo perfezionare delle piccole cose per prepararci al meglio e farci trovare pronte contro qualsiasi squadra. Per quanto riguarda la prima squadra, cosa ti aspetti da questo 2022? C’è qualcosa che è cambiato o che ti aspetti che cambi rispetto allo scorso anno?
B:
Credo che anche con la prima squadra riusciremo a toglierci molte soddisfazioni. Il 2022 non è iniziato al meglio, c’è mancato un qualcosa a inizio partita e ci siamo sbloccate solo al secondo tempo con grande carattere e orgoglio. Qualcosa è già cambiato dall’anno scorso, soprattutto a livello psicologico, siamo molto più consapevoli di ciò che possiamo dare e di ciò che possiamo ottenere. Siamo sulla strada giusta e credo ci saranno delle piccole sorprese che potremo regalare ai nostri tifosi.

Domenica altro test importante contro l’Academy Torino. Vi state allenando con entusiasmo e con passione. A tuo parere quale è la vera forza del gruppo?
B:
L’Academy è sicuramente un’ottima squadra ma lo siamo anche noi. Non bisogna aver paura, sappiamo l’importanza di questa partita e stiamo lavorando sodo per portare a casa i tre punti. La vera forza del gruppo? In campo siamo molto unite e remiamo verso un unico obiettivo: la vittoria. La voglia, la passione e il cuore credo siano il nostro punto di forza; dove non si arriva con le gambe, si arriva col cuore e con l’attaccamento alla maglia.

Ufficio Stampa Santu Predu
*foto: Effe Photography