Il punto da cui ripartire. Non hanno girovagato come astronauti nel solito habitat di pianeti, stelle e costellazioni, ma bensì in qualche sotto borgo del pianeta terra, quello da cui avevano perso il contatto per lunghissimi mesi, le leonesse del Bitonto che in quel di Falconara cadono per la prima volta in stagione. Le leonesse escono sconfitte per quattro reti a due nonostante le reti di Diana Santos e Nicoletti, restando comunque in vetta alla classifica, ma a cinque lunghezze proprio dalle marchigiane. per le neroverdi ora l’imperativo è recuperare immediatamente le forze fisiche e mentali e prepararsi alla battaglia di domenica prossima in casa contro la You Go Lazio.

PRIMO TEMPO – Mister Gianluca Marzuoli sceglie di partire col cinque composto da Trumino, Diana Santos, Grieco, Renatinha e Lucilèia. Dopo un avvio dai ritmi elevatissimi è il Bitonto a passare in vantaggio al 3’ con Diana Santos che direttamente da calcio di punizione manda in porta la sfera col destro per il gol dello 0-1. Il Falconara accusa il colpo e tre minuti più tardi rischia di capitolare ancora sul tentativo a rimorchio di Pernazza che riceve da Tampa, ma da ottima posizione calcia alto. Al 9’ però le marchigiane trovano il pari e lo fanno anch’esse su calcio di punizione con Ferrara che mira la porta e la centra per l’1-1. Passano tre minuti e il Falconara raddoppia con Pereira che se ne va di gran carriera sulla destra e dalla distanza batte Trumino per il 2-1 marchigiano. Il Bitonto non si scompone e dopo un minuto e trentotto secondi perviene al pari con Nicoletti che capitalizza al meglio lo svilupparsi di un’azione da calcio d’angolo per battere Sestari e fare 2-2. La gioia del pari però dura poco per il Bitonto col Falconara che quaranta secondi più tardi trova la rete del vantaggio con Ferrara che ruba palla in pressione al Bitonto, si avvicina alla porta e da posizione laterale manda la palla sul secondo palo per il 3-2 Falconara all’intervallo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il canovaccio della gara non cambia e la prima occasione è del Falconara con Pereira che ci prova dalla distanza ma calcia fuori. Trema ancora il Bitonto al 5’ quanto Ferrara se ne va tutta sola in contropiede contro Trumino, ma in una prima occasione è bravissima l’estremo neroverde, mentre sulla ribattuta è fortunata e con l’aiuto del palo sventa la minaccia. Il Bitonto torna a farsi vivo a metà tempo e lo fa con Mansueto che riceve il filtrante di Renatinha e calcia di prima, non trovando lo specchio della porta per una questione di centimetri. A cinque dalla fine mister Marzuoli sceglie di giocarsi il tutto per tutto col quinto uomo di movimento e proprio con la mossa del quinto Luciléia apre al 18’ per Tampa che calcia dalla lunga distanza e a Sestari battuta centra il palo. Al 19’ ancora pericoloso il Bitonto con Mansueto che avanza palla al piede fino al limite dell’area dove lascia partire un destro a giro che si spegne di pochissimo sul fondo. Il punto esclamativo sul match però lo mette a segno Sestari che calcia a porta sguarnita dalla propria porta e a cinque secondi dalla fine fa 4-2 per il Falconara. Prima battuta d’arresto stagionale dunque per il Bitonto, chiamato ora al pronto riscatto domenica nella sfida casalinga contro la You Go Lazio.

Danilo Cappiello
Ufficio Stampa Bitonto