La Salernitana Femminile fa visita al Royal Team Lamezia con l’obiettivo di centrare la terza vittoria di fila in campionato. Ci provano subito le padroni di casa e la Salernitana risponde con Iannaccone, ma Radu devia in angolo. Continuano a spingere le granatine e ci provano poco dopo con Giugliano Antonia che manda di nulla fuori. Ma al 5’ il Lamezia con capitan Primavera si porta in vantaggio. Centoventi secondi e le ragazze di mister Pannullo trovano il pari con Enrica Giugliano su schema. All’8’ però la Salernitana non è irreprensibile difensivamente e Valladares trova il 2-1. Poco dopo Cozzollino para una conclusione di Moreno. Un minuto e Antonia Giugliano fallisce clamorosamente il 2-2. Al 15’ ancora Valladares sigla il 3-1, bucando Cozzolino. 3-1 al riposo.

La ripresa si apre subito con l’occasionissima di Iannaccone che si fa ipnotizzare ancora da Radu che si rifugia in angolo. Al 7’ però De Sarro approfitta dell’ennesima distrazione difensiva e infila il poker. La Salernitana si sveglia e tenta una reazione prima con Coppola che di testa manda di poco fuori e poi al 14’ con Castagnozzi che riapre la partita, 4-2. Le granatine continuano a spingere e con Enrica Giugliano trovano il 4-3. Le calabresi riordinano le idee e ristabiliscono le distanze con Lavado su punizione a tre dalla fine. A pochi secondi dal termine De Sarro fissa lo score sul 6-3. Per la Salernitana femminile e la quinta sconfitta stagionale, ora per le ragazze di mister Pannullo ci sono due sfide casalinge, importanti per fare punti.

TABELLINO
Royal Team Lamezia – SALERNITANA FEMMINILE 6-3 (3-1 pt)
Marcatrici: 5’ Primavera (RL), 7’A.Giugliano (S), 8’ e 15’ Valladares (RL), 7’ st e 20’ st De Sarro (RL), 14’ st Castagnozzi, 17’ st Lavado (RL)
Royal Team Lamezia Terme: Radu, Moreno, Lavado, Primavera, Furno, Polizzi, Valladares, Corrao, Gatto, De Sarro, Grandinetti, Fakaros. All. Carnuccio
SALERNITANA FEMMINILE: Cozzolino, A.Giugliano A., Lisanti, Iannacone, Coppola, Castagnozzi, Giugliano A., Lamberti, Di Bello, Fierro, Di Muro. All: Pannullo
Arbitri: Di Micco di Sesto San Giovanni, Aufieri di Milano. Crono: Molinaro di Lamezia Terme.
Ammonite: Castagnozzi (S), Gatto (RL), Pozo Moreno (RL)