Quando ormai la partita era in discesa, quando ormai i tre punti sembravano archiviati, quando ormai la Sabina era in vantaggio per 4-1, ecco entrare in scena l’imponderabile: la reazione d’orgoglio del Decima è stata letale.

Le ragazze di mister Moriconi sono andate in difficoltà e le padrone di casa sono riuscite incredibilmente a strappare un pari, fissando il risultato finale sul punteggio di 4-4. A difendere la porta biancoceleste c’era Valeria Bisconti. E’ proprio l’estremo difensore a commentare il match.

 “Tornare a casa con un pareggio ci ha lasciato dell’amaro in bocca – esordisce Bisconti – queste sono le partite in cui i tre punti si possono e si devono prendere. Purtroppo nel secondo tempo noi siamo calate mentalmente e fisicamente e le nostre avversarie, dopo il secondo gol, hanno creduto di più in una possibile rimonta. Rimonta che di fatto si è concretizzata”.

“Nella ripresa sono stata chiamata in causa più volte rispetto alla prima frazione di gioco – prosegue Valeria – valuto la mia prestazione buona, ma non ottima. Anche io sono calata mentalmente insieme alle mie compagne, favorendo la rete del 4-2, in quanto mal posizionata sulla conclusione dell’avversaria”.

(fonte ufficio stampa sabina)