E’ nel pieno della seconda settimana di preparazione precampionato la Royal Team Lamezia nella splendida struttura in sintetico di Pianopoli. Si sono aggregate al gruppo altre calcettiste che verranno annunciate a breve e tutto prosegue al meglio. Tre i test al momento in programma a settembre: venerdì 9 a Sant’Andrea sullo Jonio contro lo Sporting Locri; lunedì 12 gara di beneficenza per i terremotati del centro Italia contro i parroci della Provincia di Catanzaro e sabato 24 col Cus Cosenza, le ultime due sempre a Pianopoli.

Intanto l’occasione è propizia per illustrare col riconfermato tecnico Paolo Carnuccio lo stato attuale della preparazione e gli obiettivi della squadra lametina per la prossima stagione che, si ricorda, inizierà il 2 ottobre sul campo del Martina/Monopoli per poi esordire la domenica successiva al PalaSparti contro il Vittoria.

Mister Carnuccio, con quali aspettative inizia questa stagione?

“Con la voglia di fare bene, di mettersi a lavorare con serietà e professionalità cercando di dare il migliore servizio alla società. Questo deve essere l’obiettivo principale di uno staff tecnico, di una società e di un gruppo di giocatrici che durante questi giorni di preparazione hanno dimostrato grande disponibilità”.

A breve verranno ufficializzate almeno 4 calcettiste: è soddisfatto di come è stato costruito l’organico?

“Sì. Sono state rispettate le indicazioni date alla società e sono state colmate determinate lacune, potenziando alcuni reparti per cui posso ritenermi soddisfatto”.

La scorsa stagione si è sfiorata l’Elite, quest’anno qual è l’obiettivo?

“Lo dirà il campo. E’ una squadra rinnovata quindi qualsiasi tipo di obiettivo passa attraverso l’armonia di un gruppo e la costruzione di una squadra. Per cui possiamo declamare qualsiasi obiettivo ambizioso o meno di migliorare quella che è stata la scorsa stagione, ma bisogna attendere affinchè la squadra nuova in alcuni reparti si amalgami e si conosca bene”.

Ci sono molte aspettative dopo la bella stagione passata, al pubblico, ai tifosi che vi hanno sempre seguito cosa si sente di dire?

“Di continuare a seguirci come fatto lo scorso anno. Sono stati determinanti: credo che bisogna essere davvero fortunati ed orgogliosi di poter vestire questa maglia del Lamezia perché a questi livelli, in tutta Italia, un pubblico così appassionato l’ho registrato in poche parti. Per cui dovranno sostenerci anche nei momenti di difficoltà”.

A livello personale ha preso parte e superato il corso per l’abilitazione ad ‘Allenatori di Calcio a 5 di Primo Livello’ a Coverciano. Sensazioni ed emozioni?

“Tutte belle, in particolare per il confronto e soprattutto la disponibilità di tutti i docenti. Ai massimi livelli trovare gente disponibile a confrontarsi e a mettersi in discussione con sincerità ed umiltà credo sia stata l’esperienza più bella che abbia potuto vivere. Non è facile riscontrare tutto questo, perché spesso ci si trincera dietro a delle situazioni che invece a determinati livelli dovrebbero – come sono state – più costruttive. Quindi sono proprio contento di questo percorso fatto e di ciò mi ritengo anche fortunato: debbo ringraziare tutti quelli che mi hanno dato la possibilità di fare questa esperienza che mi rimarrà per tutta la vita”.

Ufficio Stampa Royal – Rinaldo Critelli