La Virtus conquista un’importante vittoria che mancava da due settimane, superando in casa sul parquet del Flaminio la Città di Thiene con un solido 3-0. Una prestazione positiva quelle delle virtussine che, nonostante ancora una volta le tante ottime occasioni sprecate per ampliare il risultato finale, giocano da squadra, non abbattendosi davanti alle difficoltà della sfida. Tre punti vitali e determinanti anche in ottica classifica, per rispondere al meglio alle vittorie di Torino, Pero e Tombolo, e rimanere così in scia alle prime posizioni.

PRIMO TEMPO – La Virtus parte subito forte e dopo pochi secondi dal calcio d’inizio sblocca l’incontro grazie a una bellissima azione condotta da Giuva che, dopo aver triangolato in velocità, conclude nell’angolino con un mancino affilatissimo. La rete galvanizza le giocatrici di Imbriani che prendono ben presto in mano la gestione dei ritmi e del possesso del pallone, cosa che le porta ad accumulare diverse occasioni per il raddoppio. Ma il secondo gol non arriva e al 16’ Faccani è costretta a intervenire con un grande intervento sul tiro ravvicinato di Carollo, preservando così il vantaggio fin lì meritato. In chiusura di frazione l’ultima a provare ad allungare nel risultato è De Oliveira, ma la sua conclusione da ottima posizione viene deviata in corner.

SECONDO TEMPO – La ripresa sembra seguire gli stessi binari del primo tempo. A pochi secondi dal ritorno in campo, Berti trova il 2-0 con una bella conclusione di sinistro dal limite dell’area portando così definitivamente l’inerzia del match dalla parte della Virtus. Le occasioni da gol continuano a piovere, ma ancora una volta le romagnole mancano nella fase di finalizzazione. Tuttavia, all’8’, Guidi non sbaglia e segna il 3-0 definitivo su assist di Insinna, concludendo al meglio un efficace schema su calcio d’angolo. La Virtus torna dunque a sorridere: il gioco non è ancora fluido come prima dello stop casalingo causato dal Santu Predu, ma la squadra è in crescita come dimostrato specialmente nel secondo tempo.

GIUVA – Norma Giuva, protagonista del match con il gol che ha aperto le danze, commenta: “La prestazione ha rappresentato un piccolo passo nel percorso che stiamo costruendo per risollevarci, venivamo da due sconfitte consecutive e questa vittoria è sicuramente utile per il morale. Ancora fatichiamo a esprimere al meglio il nostro gioco e a mostrare le nostre grandi potenzialità”. Poi Norma prosegue: “Con la coach stiamo lavorando molto sull’aspetto mentale e sull’importanza che questo ha all’interno della gara, permettendo di tirar fuori il meglio dal gruppo. Purtroppo, queste carenze si sono viste a tratti anche domenica contro la Thiene dove non abbiamo sfoderato la nostra miglior prestazione. Ma la cosa importante era portare a casa i tre punti”. Infine, conclude: “D’ora in poi non ci resta che continuare a lavorare duro per migliorarci e ritrovare quell’ottima Virtus vista a inizio stagione. Diamo segno che le due sconfitte sono state solo un incidente di percorso all’interno di una stagione dove crediamo fortemente di poterci togliere grandi soddisfazioni”.

Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna