Il campionato di Serie A2 di futsal non si ferma e domani, alle ore 16 al PalaTorrino di Roma, la Virtus affronta per la terza giornata il Sabina Lazio. Un match che si prospetta particolarmente delicato per le ragazze di Imbriani, che affronteranno un avversario di valore che arriva a questo impegno con tanta fame di vittoria dopo le due sconfitte nelle prime due giornate di campionato. La Virtus, invece, viene dallo sfortunato pareggio del Flaminio di domenica scorsa dove, nonostante le tantissime opportunità di segnare per chiudere la partita con i tre punti, il Perugia è riuscito a frenare la corsa delle romagnole sull’1-1.

IMBRIANI – Per la coach virtussina Alessandra Imbriani bisogna ripartire positivamente dal pareggio dell’ultima giornata, analizzando sì le motivazioni per le quali le sue giocatrici hanno sprecato tanto in zona gol, ma sottolineando la qualità della prestazione: “Alle mie ragazze ho comunque fatto i complimenti per la partita di domenica scorsa, perché anche se abbiamo pareggiato la nostra prova è stata di alto livello. È vero però che abbiamo creato tantissime occasioni e dobbiamo assolutamente migliorare in fase di finalizzazione. Anche a Firenze – nella prima giornata di campionato – abbiamo creato molte occasioni sprecandone tante. Dobbiamo essere più lucide in fase di finalizzazione, inoltre dobbiamo essere brave a leggere cosa succede in campo negli ultimi metri e valutare se andare al tiro o servire una compagna meglio posizionata”. Le virtussine avranno l’occasione per mostrare i miglioramenti richiesti dalla coach a partire già da questa domenica, dove sarà fondamentale conquistare i tre punti. “La trasferta di domani sarà sicuramente dura contro un avversario che arriverà a questo match con grande voglia di vincere. Noi andiamo a Roma per dimostrare prima di tutto a noi stesse di aver fatto dei passi in avanti sotto diversi aspetti, fra i quali ovviamente anche quello legato alla finalizzazione. Abbiamo tanta voglia di fare bene, dovremo tuttavia essere brave a gestire la foga che ci contraddistingue spesso nei primi minuti del match ogni volta che scendiamo in campo. Perché per sfruttare al meglio la mole di occasioni che creiamo a ogni partita, c’è bisogno di lucidità e capacità decisionale”. Infine, la situazione dell’infermeria. Imbriani dovrà di sicuro fare a meno di Giuva ancora ferma ai box, ma forse c’è una notizia positiva: “Purtroppo Norma non è ancora pronta, ma stiamo cercando di capire se Guidi potrà essere dei nostri. In settimana Silvia si è allenata bene senza particolari fastidi legati all’infortunio, siamo fiduciose”.

Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna