La Virtus Romagna si impone per 3-2 sul campo dell’Atletico Foligno al termine di un match estremamente combattuto, accorciando così in classifica sul Tiki Taka primo, fermato a sua volta con un rocambolesco 5-5 dal Chiaravalle. La squadra di coach Imbriani continua così la propria corsa sulla vetta della classifica, un obiettivo che resta a portata di mano solo attraverso una serie di vittorie da qui alla fine del campionato, per il quale mancano oramai solo tre giornate.

PRIMO TEMPO – La prima frazione è particolarmente equilibrata. La Virtus prova a imprimere al match il proprio ritmo, ma il Foligno è messo in campo ottimamente e le sortite offensive delle ospiti spesso non riescono a essere realmente pericolose. Il gol che sblocca il match in favore delle virtussine arriva in chiusura di frazione, a 5 secondi dall’intervallo, con Berti che trova il fondo della rete grazie a un preciso diagonale mancino.

SECONDO TEMPO – La ripresa è ancora più scoppiettante e combattuta del primo tempo: le squadre si affrontano a viso aperto e, specialmente, nei primi 10 minuti le emozioni sono tantissime. La Virtus parte con il piglio giusto e dopo pochi secondi raddoppia con Falcioni, al termine di una bellissima azione iniziata dall’intercetto di Mencaccini e rifinita dall’assist di Berti. Il Foligno però non ci sta e reagisce accorciando le distanze, con il gol che porta la firma di Corboli. Le occasioni da gol continuano ad aumentare e poco dopo il gol di Corboli, è Narcisi ad andare in rete impattando il risultato sul 2-2 concludendo al meglio una bella azione personale. Questa volta è chiamata la squadra di Imbriani a reagire, ma trovare spazi nella retroguardia delle umbre è particolarmente complicato. Certe volte è necessaria anche un po’ di fortuna, come all’11’ quando il passaggio di Berti viene intercettato in anticipo su Falcioni da Bisognin che malauguratamente supera il suo portiere insaccando nella porta sbagliata. Il finale del match è particolarmente concitato: la Virtus riesce ad arginare con organizzazione e ordine le folate offensive delle avversarie, intente con veemenza a riprendere per i capelli il match. Ma se le romagnole portano a casa 3 punti così importanti devono anche questa volta ringraziare Faccani, che fra i pali con la sua tranquillità e bravura riesce a evitare un pareggio che avrebbe avuto il sapore della beffa.

MARZO – Al termine del match abbiamo parlato con Alessia Marzo, autrice di una partita importante che ci dice la sua sulla vittoria da poco ottenuta: “È stata una partita ostica, bella da giocare e penso sia stata bella anche da vedere contro un avversario valido e in forma. Questa settimana ci siamo allenate bene e insieme alla coach abbiamo preparato al meglio la partita di oggi: una battaglia in cui ognuna di noi ha lottato per l’altra, mostrando un’ottima prestazione di squadra. I tre punti erano fondamentali per poter rimanere al secondo posto e, visto il pareggio del Tiki Taka, diventano ancora più fondamentali per il proseguo del campionato”. Infine, Alessia ci dice la sua su quello che si aspetta da questo vibrante finale di stagione: “Abbiamo ancora tre partite per poter raggiungere il nostro obbiettivo stagionale, ovvero arrivare prime in classifica: per noi stesse, ma soprattutto per le persone che sono dietro la società, che ci permettono ogni domenica di scendere in campo in un momento davvero delicato. In questa annata siamo riuscite anche a conquistare la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, a cui parteciperemo dando il massimo per ottenere il miglior risultato possibile, perché le potenzialità le abbiamo tutte se continuiamo a giocare come abbiamo fatto oggi. Adesso godiamoci questa vittoria perché da martedì abbiamo un derby da preparare”.


Michelangelo Bachetti
Ufficio Stampa Femminile Virtus Romagna