La Roma Calcio Femminile ha concluso nel migliore dei modi il suo 2021. Tra le mura amiche del PalaSport di Fiano, la compagine guidata da Roberto Chiesa, infatti, ha superato 4-3 il San Giovanni. Il risultato, inoltre, ha permesso alle capitoline – che osserveranno nel weekend il turno di riposo previsto da calendario – di salire a quota 14 nel girone B di Serie A2 e di rimanere, dunque, nel gruppetto in lotta per la postseason.

FIGLIÈ – “Sicuramente, avremmo potuto e dovuto fare qualche punto in più – premette Silvia Figliè -. In compenso, la partita col San Giovanni ha dato una nota positiva per affrontare la pausa in modo differente”. Il roster giallorosso, ciò non bastasse, continua a progredire – settimana dopo settimana – sul piano tattico e dell’amalgama. “C’è stata e ci sarà un po’ di strada da fare – afferma l’ex Coppa D’Oro -. È un percorso lungo, ma in netta crescita”. I propositi per il 2022, in casa Roma, sono perciò all’insegna del costante miglioramento. “Dobbiamo fare risultati, e l’anno passato e i relativi punti persi ci devono essere d’insegnamento – chiosa la numero 18 -. Dobbiamo far sì di affrontare tutte le partite con la mentalità giusta dal primo tempo e, per quanto riguarda me, di proseguire nella direzione presa, continuare a lavorare e a crescere”. Il desiderio per farlo, di certo, non manca. Ed è ardente.

Alessandro Cappellacci