Domenica 9 gennaio, esattamente 28 giorni dopo l’ultimo impegno ufficiale (vittoria interna per 4-3 contro il San Giovanni), la Roma Calcio Femminile tornerà finalmente in campo. Tra le mura del PalaConi di Cagliari, le giallorosse se la vedranno con le padrone di casa della Mediterranea, la prima della classe del girone B di Serie A2 femminile con 28 punti.

MED – “È una settimana importante – premette Martina Bartolini -, poiché affrontiamo la capolista subito dopo la sosta natalizia. Non dimentichiamoci, poi, che abbiamo riposato nell’ultima giornata del 2021”. Le capitoline, perciò, sono desiderose di riprendere il loro cammino stagionale al meglio. “La voglia di ricominciare è tanta – aggiunge -. Sarà una partita molto combattuta: dobbiamo dare il meglio di noi e portarci a casa questi tre punti, per noi fondamentali”.

LA SITUAZIONE – Mentre Bartolini e compagne si preparano alla prova Mediterranea, lo spettro della pandemia globale continua ad aleggiare minaccioso nell’universo del futsal. “La situazione non è delle migliori – dichiara il vicecapitano delle romane – e stiamo vivendo nuovamente un periodo critico, fatto di incertezze. Il Covid-19, purtroppo, è dietro l’angolo, ma noi siamo fiduciose, perché con le giuste attenzioni questo campionato può essere portato avanti, anche con qualche controllo in più”. Il roster guidato da Roberto Chiesa, in ogni, caso, rimarrà focalizzato sul 40×20: “Come abbiamo già fatto nel girone d’andata – chiosa -, affronteremo ogni gara come se fosse una finale. L’arrivo di Bea Martin darà sicuramente nuovi stimoli e forze alla squadra, con l’obiettivo che rimane quello dei playoff”. Esattamente quei playoff che, al momento, distano soltanto 2 lunghezze.

Alessandro Cappellacci