Di certo è una delle giocatrici più attese in questa edizione 2018 di Coppa Italia. Lo scorso anno nei quarti di finale contro il Montesilvano, fu fortunata solo a metà, segnando una doppietta, ma “regalando” alla squadra abruzzese un gol che poi portò le rossoverdi a uscire, dopo i calci di rigore. Forse è anche per questo che oggi, Renata Adamatti, non vede davvero l’ora di scendere in campo. Per scrivere una storia nuova, diversa, vincente. Quei 38 gol in campionato sono di sicuro un buon biglietto da visita, così come la tecnica e la tenacia della brasiliana che ieri ha festeggiato il suo venticinquesimo compleanno.

Renata, domenica con il Real Statte, avete dimostrato di non mollare mai: potrà essere utile in coppa?

“Sicuramene quest’ultima partita è la dimostrazione di quello che possiamo fare in coppa. Certo, non possiamo sempre stare a recuperare un risultato, ma abbiamo fatto vedere che possiamo avere una buona reazione in un momento di difficoltà. E che non molliamo mai”.

La Ternana sarà la prima a scendere in campo contro il Futsal Cagliari, cosa vi preoccupa della squadra sarda?

“Sono molto forti. Con loro abbiamo sempre tanta difficoltà perché è una squadra che ha una rosa di qualità e che, soprattutto, sa giocare a futsal. Sono certa che sarà una gran bella partita…”.

Quali sono, secondo te, i tre punti di forza della Ternana?

“Credo che avendo mantenuto quasi la stessa squadra dello scorso anno, ormai abbiamo una buona intesa all’interno dello spogliatoio. E chiaramente anche in campo. Insieme all’intesa, ci metto anche l’unità del gruppo e, soprattutto, la voglia di vincere. Che è tanta”.

Questa è la tua seconda Coppa Italia, lo scorso anno non sei stata molto fortunata. Qual è il tuo obiettivo personale?

“L’anno scorso abbiamo perso ai rigori, “oggi” speriamo di poter giocare la finale. Vogliamo molto questa coppa, è il nostro primo obiettivo. Il mio personale? Lo stesso della squadra. Siamo unite e abbiamo un solo pensiero: alzare questo trofeo”.

Serena Cerracchio