Domenica, contro il Napoli, è arrivata l’ennesima vittoria per il Real Statte, primo in classifica a punteggio pieno. Un periodo straordinario per la squadra tarantina, come ci racconta Marcella Violi. Marcella non ha bisogno di presentazioni: arrivata quest’estate dalla Lazio, dove ha disputato tre stagioni vincendo praticamente tutto, è un punto fermo della Nazionale di Menichelli.

Ma Marcella continua ad avere umiltà, fame e sogni da realizzare con la sua nuova prestigiosa maglia: ci confida tutto in questa intervista concessa in esclusiva a Ladyfutsal!

Ciao Marcella! Un tuo commento sulla vittoria ai danni del Napoli?
“Soddisfatta della prestazione e della vittoria, ma mi dispiace per l’espulsione, avrei voluto giocare contro il Locri visto che è praticamente casa mia, essendo io di Reggio Calabria. Ma guardo alle prossime sfide”.

Un bilancio dei tuoi primi mesi al Real Statte?
“Mi trovo benissimo qui, è una società seria, una famiglia. Stiamo lavorando bene e speriamo di continuare così. Sono assolutamente convinta e felice della scelta fatta”.

Come è avvenuto il trasferimento?
“Sono stata contattata dal ds Giuseppe D’Onghia. Volevo riavvicinarmi a casa, ma soprattutto sono sempre stata convinta dell’assoluto valore dello Statte”.

Tra due giornate incontrerete la Lazio, la tua ex squadra: come ti senti a riguardo?
“Questa è una domanda tosta… E’ stata una famiglia per me. Amo quei colori, ho tanti bellissimi ricordi alla Lazio”.

Il momento in biancoceleste che hai più nel cuore?
“Il gol nella finale scudetto. E’ stato dedicato a una persona che non c’è più, scesi in campo con la voglia di segnarlo e il fatto che sia successo in una finale ha ancora più valore”.

Cosa si prova a far parte della Nazionale?
“E’ il sogno di tutti arrivare lì, una gioia. La Nazionale bisogna meritarsela. Ma l’importante è non sentirsi mai arrivati, questo ci tengo a dirlo sempre”.

Marcella, cos’è per te il futsal?
“E’ un rettangolo, un angolo di paradiso dove si scende ogni volta per fare qualcosa di bello”.

Tu hai vinto tanto in carriera, hai ancora un sogno da realizzare?
“Sì: vincere qualcosa con il Real Statte!”.

Valentina Pochesci