L’attesa è finita: giovedì si aprirà il sipario sulle Final Eight di Coppa Italia. Ad attendere l’Italcave Real Statte, alle ore 12, la Lazio di Daniele Chilelli, con cui le tarantine hanno di recente pareggiato per 5-5 in campionato. Un remake che si preannuncia quindi denso e avvincente. Abbiamo parlato di tutto questo con Nicoletta Mansueto, che ci ha confidato le sue sensazioni in vista del torneo.

Nicoletta, ci siamo: le Final Eight stanno finalmente arrivando. Emozioni?

“È l’evento più importante e più atteso che ogni giocatrice aspetta! C’è tanta ansia senza dubbio, ma sicuramente si trasformerà in grinta e determinazione. Siamo nelle prime otto, e sicuramente non saremo lì per palcoscenico ma per dimostrare ciò che siamo, e cosa abbiamo raccolto in questi mesi”.

Ai quarti affronterete la Lazio, che avete recentemente incontrato in campionato: cosa ti aspetti da loro?

“Un replay di partita dove non si può scrivere il risultato. La Lazio come tutte le squadre partecipanti ovviamente vorrà vincere la coppa, saranno agguerrite ma noi non saremo da meno e daremo il meglio di noi stesse”.

Queste Final Eight possono essere un’occasione di riscatto, dopo il periodo così così che state vivendo?

“È vero sì, periodo così così in campionato, non c’è stata la fortuna dalla nostra parte ma in questo momento non importa, bisogna essere unite e remare nella stessa direzione”.

E per te, cosa rappresenta partecipare alla Coppa?

“Personalmente giocare la coppa Italia è un’emozione. È bello perché si svolge in tre giorni ed è l’evento più seguito da tutti gli amanti del futsal. Sono orgogliosa di far parte di questa squadra, e ce la metteremo tutta”.

Valentina Pochesci

(Foto P.M.)