Prima sconfitta in campionato per l’Italcave Real Statte che cade a Locri per 5-1. Un ko che ci poteva stare contro un team che già nel precampionato aveva fatto vedere del futsal di buon livello. Dal canto loro le ioniche, senza Violi squalificata, giocano non al massimo delle proprie potenzialità e capitolano nella ripresa. Dopo una prima frazione equilibrata, nella ripresa, dopo il 3-1, si gettano in avanti alla ricerca della rete che riapra il match ma subiscono altre 2 marcature. Il tempo, però, impone un rapido reset: martedì si scende nuovamente in campo contro la Lazio alle 17 al PalaCurtivecchi di Montemesola.

L’Italcave Real Statte parte con Margarito, Gutierrez, Martin, Exana, Lioba Bazan. Risponde il Locri con Modestia, Soto, Beita, Marino e Giuliano. Pronti via e Italcave beffata da Marino che batte con un precito tiro di destro Margarito. Tanto possesso palla ma Beita, al settimo, vede libera al centro dell’area di rigore Giuliano che beffa nuovamente Margarito in uscita. La risposta delle rossoblù arriva al decimo con una punizione di Guti laterale a destra che viene deviata da Modestia, prima, e poi, con l’aiuto della difesa, neutralizzata dalle mani dell’estremo di casa. Ci prova anche Gomez, al tredicesimo, che arriva quasi al limite e calcia di destro ma non trova la via del gol. E’ il segno di uno Statte che torna pienamente in corsa a 2 e venti dall’intervallo. Infatti Guti prima calcia di destro ma trova Modestia che devia la sfera sui piedi di Martin, dribbling secco su un’avversaria e tiro di destro sul palo del portiere, è 2-1 per il Locri con cui si chiude il primo tempo. Ripresa e l’Italcave Real Statte prova a far girare la palla per aprire la difesa avversaria ma è il Locri che sfiora la terza rete con Beita che esalta le abilità di Margarito, brava a ripetersi su Giuliano. Risposta rossoblù con Exana che con un diagonale a mezz’altezza che vede Modestia brava a distendersi e deviare in corner. A metà frazione triangolo Marino Beita Marino che colpisce il palo. Sul proseguo dell’azione è Marino che defilata sulla sinistra riesce a trovare la via del gol per la terza volta. E’ l’undicesimo quando l’Italcave deve rimontare due gol. A 8 minuti dalla fine Marzella inserisce Mazzaro portiere di movimento. Dopo 3 minuti è Gomez ad incunearsi in area e vedere il suo destro deviato da Soto in corner. Ma su una ripartenza è Beita a prendere palla nella propria metà campo e beffare Martin baluardo difensivo. La partita finisce li, anche se Sabatino, sempre su ripartenza, trova il gol del 5-1. Modestia e Sabatino salvano su un tentativo disperato delle ioniche costrette alla prima sconfitta.

Deciso nel commento il tecnico Tony Marzella che analizza la gara partendo dal presupposto che “la vittoria del Locri è meritata, perchè le ragazze calabresi hanno sicuramente giocato meglio di noi. Nel primo tempo sono partite meglio, abbiamo cercato di rimettere in piedi una gara che non abbiamo disputato nella maniera migliore. Una sconfitta può starci, abbiamo l’occasione per poterci subito rifare e dobbiamo lavorare a stretto giro per poter giocare martedì al massimo contro la Lazio. Non facciamo drammi, analizziamo il match, cerchiamo di rimettere in campo quella voglia ed intensità dimostrata nel corso delle gare finora disputate”.

TABELLINO
SPORTING LOCRI-ITALCAVE REAL STATTE 5-1 (primo tempo 2-1)
MARCATRICI: pt 1’04” Marino, 7′ Giuliano, 17′ 40” Martin; st 10′ 58” Marino, 17′ 24” Beita, 19′ 25” Sabatino
SPORTING LOCRI: Modestia, Soto, Beita, Marino, Giuliano, Miriam Fernandez, Sabatino, Rovito, Diodato, Borello, Sgrò, Cacciola. All. Sansotta
ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Guti, Martin, Exana, Lioba Bazan, Russo, Pia Gomez, Mazzaro, Marangione, Quarta, Mansueto, Girardi. All. Marzella
AMMONITE: Gutierrez
ARBITRI: Ferruccio Prisma (Crotone), Gianluca Greco (Cosenza) CRONO: Salvatore Freccia (Catanzaro).

Ufficio Stampa.