Voltare pagina. Anzi no, non del tutto. Il Real Praeneste non ha mosso di nemmeno un punto la sua classifica nelle ultime tre partite, è vero, ma (specialmente contro Vis Fondi e Woman Napoli) non avrebbe meritato la sconfitta. Le prestazioni ci sono state, gli errori pure. Troppi quelli sotto porta, non sempre ci si può appellare alla sfortuna. Federica Bocca ha provato a dirci la sua.

Il 6-5 di Napoli vi ha fatto tornare a Roma ancora con 0 punti. Difficile da digerire…

“Sconfitta amara. Come squadra ci siamo. Ci stiamo allenando bene per riuscire a vincere questo tipo di partite, ma dobbiamo concretizzare di più davanti alla porta. Tra pali e traverse, siamo anche sfortunate. Domenica contro il Napoli però siamo calate in fase difensiva all’inizio del secondo tempo. Martedì ci siamo parlate prima dell’allenamento e abbiamo cercato di capire i nostri errori, dobbiamo migliorare”.

Ora due scontri diretti contro PMB Roma e Frosinone. Un solo obiettivo?

“Sei punti sono obbligatori, abbiamo il dovere di vincere. Intanto però pensiamo alla prossima contro la PMB in casa”.

Ma come ci arriverete mentalmente?

“Noi non ci facciamo abbattere dalle sconfitte. Anzi, forse in questo periodo proprio per il fatto che avremmo dovuto affrontare squadre difficili ci siamo anche allenate meglio. Non siamo mai scese in campo con la paura di perdere. Siamo cariche, ora dobbiamo fare punti”.

Questo è il tuo secondo anno al Praeneste. Come giudichi il tuo rendimento fin qui?

“Sto benissimo con la squadra, per questo ho deciso di restare. La nuova allenatrice, Silvia Pietraforte, mi e ci sta facendo crescere. Purtroppo non ho ancora segnato, ma diciamo che a me piacciono più pali e traverse (ride, ndr)! Io intanto corro molto e provo ad aiutare sempre le mie compagne. Per questo sono comunque soddisfatta di quanto ho fatto finora a livello personale”.