Sarà una Royal Team Lamezia a viso aperto quella che nella prossima stagione debutterà in Serie A. Al termine di un mercato corposo che presto annuncerà altri colpi, mister Ragona fa il punto in casa della formazione calabrese…

Cosa ti aspetti dal prossimo campionato?

“Non è facile dirlo… Ci sono tante aspettative. Misurarsi con la massima serie al secondo anno nel femminile è interessante, sicuramente molto difficile. Saremo con gli occhi e la mente aperta, per recepire ritmi ed equilibri, il tipo di gioco ed adeguarci immediatamente a quello che c’è, non perdendo le nostre caratteristiche tecnico-tattiche. Adeguamento immediato alla categoria, mantenendo la personalità e i dettami tecnico-tattici della passata stagione”

Quale sarà la linea guida del Royal Team Lamezia per tutta la stagione?

“Quella di andarsela a giocare con tutte, più o meno nello stesso modo ma con gli accorgimenti tattici che servono di partita in partita, avversario per avversario. Sto vedendo tanti filmati. Ci adegueremo al tipo di gioco delle varie squadre mantenendo il nostro. Non saremo una squadra che andrà a difendersi o che cercherà di far passare il tempo per avere il risultato. Se faremo punti, li faremo attraverso il gioco e attraverso quello che stiamo perseguendo”

Alla squadra sono state aggiunte alcune giocatrici. Sei soddisfatto del mercato?

“Un mister non sarà mai soddisfatto della campagna acquisti della propria Società. E’ un club che vuole andare con i piedi di piombo, senza fare un passo troppo in avanti per scoprirsi. Bisogna stare attenti ai bilanci, ai soldi in cassa e a quelli che possono entrare. E’ facile andare a prendere delle giocatrici affermate con grandissimi ingaggi, sarebbe bellissimo, il massimo per un allenatore, andare dal Presidente e dire ‘mi servono queste sette o otto, al di là di quanto costano, comprale’. Prima però bisogna vedere i conti. Abbiamo preso giocatrici che hanno una certa caratteristica: fame, voglia, determinazione, molte si misurano anche loro per la prima volta con la nuova categoria, abbiamo preso delle ragazzine della C siciliana, delle ragazze della Serie A2 palermitana di cui sentirete parlare, abbiamo preso bomber della Serie A2, di categoria abbiamo Rovito, Cacciola. Elementi che possono portare esperienza e darci una mano per capire immediatamente la categoria. Abbiamo ragazze che non sono affermate ma che hanno una grande voglia di emergere e, quindi, penso che sia in allenamento che in partita daranno il massimo”

Ci sarà ancora qualche colpo in entrata?

“Sì, ci sarà qualche colpo di assestamento e di sistemazione nei ruoli che ci vengono a mancare. Per ora abbiamo un solo portiere. Siamo al rush finale per avere un secondo con il profilo di cui parlavo. Qualche altro colpo in dei ruoli dove siamo un poco carenti. Da qui a fine mercato/inizio della stagione, cercheremo di sistemare qualcosa di altro. Abbiamo fatto otto acquisti, due sono le ragazze rimaste dalla passata stagione. Dobbiamo puntellare l’organico”.