Campania, si è concluso da due mesi il campionato di Serie C di futsal campano.

Sono state 28 le squadre, divise in tre gironi, che si sono date battaglia in questi mesi. Andiamo a vedere prima dei play off regionali come si sono conclusi i gironi.

GIRONE A – Nel Girone A sono arrivate a pari punti (45) American Sport Club e Pro Viribus.

Quest’ultima, vincitrice anche della Coppa Campania, si è qualificata per i playoff grazie alla miglior differenza reti.

Infatti, la formazione nolana ha messo a segno 133 reti e solo 24 subite. Risultando la miglior difesa e attacco, oltre ad aver totalizzato 15 vittorie e una pareggio.

Numeri identici anche per la formazione di Teano dell’American, risultando seconda squadra con miglior attacco e difesa. Al terzo posto troviamo l’Irpinia Sport che con 31 punti.

Calvi e Real Maceratese hanno concluso il campionato al quarto e al quinto posto. L’altra formazione di Avellino, lo Star Team, si è piazzato sesto con 19 punti.

Ottimo risultato per una squadra che l’anno scorso ha vinto il campionato, rinunciando alla massima serie, e quest’anno è ripartito con un gruppo totalmente giovane.

Nelle ultime tre posizioni troviamo il Due Torri Maddaloni con 12 punti, il Benevento con 8 e ultimo il Royal Teverola con quattro. A stagione in corso si è ritirato il Cales Sporting Club.

GIRONE B – Chiude al comando la Magna Grecia che, fino alle ultime giornate, complice il ko contro la Fenix, aveva messo in bilico la vittoria del campionato.

I 45 punti in classifica hanno permesso alle granatine di arrivare prime davanti a Righinna Minor e Fenix, unica formazioni, insieme alla Pro Viribus in Coppa, di battere la capolista. Quarta posizione per la Bisaccese che chiude con 30 punti.

Dalla quinta all’ultima posizione troviamo squadre di media classifica. A 19 punti troviamo il Maloripega, subito dietro, a meno tre, il Real Padula, al primo anno di un campionato di futsal. La formazione certosina arriva dal calcio a 11.

L’Evolution Soccer chiude terzultimo con 14 punti. Le ultime due posizioni sono occupate dal Roberto Grimaldi (6) e Atletico Palomonte che al primo anno di futsal si è trovata in un girone di ferro.

GIRONE C – In questo girono è strapotere della Primavera Cavese, unica formazione imbattuta dei tre gironi.

La formazione di mister Cira Di Dato, mette in cassaforte 50 punti frutto di 16 vittorie e due pareggi.

La formazione di Cava l’ha spuntata nell’ultima giornata grazie all’1-1 nel big match contro il Nuceria. Impresa del Napoli Dream Team, che al secondo anno di futsal, conclude la stagione in terza posizione.

Quarto posto per il Centro Ester (30), mentre l’Afragirl chiude quinta con 31 punti. Ottima stagione anche per il Delfino che porta a casa 10 vittorie per un totale di 30 punti. Nelle ultime posizioni troviamo le new entry: l’Atletico San Giorgio con 15 punti, il Capri con 10, il Real Sarno con 7 e l’Asia con 5 punti.

PLAY OFF – Quest’anno a causa dei tre gironi la formula dei play off vedeva solo le prime classificate accedere agli spareggi che si sono svolti con la formula del triangolare.

Nella prima gara dei play off la Magna Gracia batte 4-2 la Pro Viribus. Quest’ultima si rifà nella gara contro la Primavera Cavese vincendo per 7-2.

Nell’ultima gara del triangolare alla Magna Graecia è bastato il pareggio contro la formazione di Cava per festeggiare la Serie A.

Alla Palestra di Santa Lucia finisce 3-3. I play off hanno decretato: Magna Grecia in Serie A (Leggi qui le novtà per la prossima stagione) e Pro Viribus agli spareggi interregionali.

PLAY OFF INTEREGIONALI – La Pro Viribus è stata inserita nel Triangolare con Don Orione e Montorio.

Contro quest’ultima la formazione allenata da mister Esposito ha vinto 9-2, mentre contro il Don Orione per 8-2.

Queste due vittorie hanno permesso alla formazione campana di passare il turno e giocarsi l’accesso in massima serie contro il Borussia (Lazio).

Nella gara d’andata al PalAliberti la gara si è conclusa per 3-3. La promozione si è decisa nella gara di ritorno dove le padroni di casa del Borussia si sono imposte per 5-1.

Isabella Lamberti