“Questa notte ho fatto un sogno…”, quando il futsal è magia!

Questa notte ho fatto un sogno: ho avuto dei flash di tutta la stagione calcistica della mia squadra: il CCCP!
Ho sognato l’arrivo di nuove compagne, il primo periodo duro di preparazione atletica; ho sognato le prime vittorie (una lunga serie) da parte della mia squadra; ho sognato che al termine del girone di andata abbiamo dominato e battuto tutte le nostre dirette avversarie.
Poi come in tutti i sogni, come in tutti i film, c’è l’elemento di disturbo…il freddo, le serate piovose, la prima sconfitta. Ma noi lì, con tutta la passione e l’amore per questo sport a rimanere costanti negli allenamenti, a cercare di fare nostri gli insegnamenti del mister, a dare di più di quanto potevamo perché l’obiettivo comune era la vittoria finale.
Il sogno continuava con l’arcobaleno dopo il temporale e ancora le vittorie che ci continuavano a unire, quasi come a farci diventare una cosa sola, una famiglia vera e propria.

Poi è arrivata la parte più bella di questo sogno…quella che in genere nelle favole si descrive con un “E vissero felici e contenti“. E’ arrivata la vittoria più importante: ricordo chiaramente che giocavamo in trasferta in casa dello SPES MONTESACRO.

Nel sogno contribuivo addirittura con la mia presenza in campo alla vittoria non solo di quella partita ma di tutto il campionato!!!
Ricordo lacrime di gioia, abbracci sinceri, cori, spumante, tutti gli amici venuti a sostenerci.
C’eravamo riuscite…finalmente la serie C era nostra…strameritata e straguadagnata!
E’ proprio vero che i sogni possono diventare realtà…e così è stato!!!

Grazie a ogni singola persona che ha contribuito alla realizzazione di questo meraviglioso sogno: Mister Silvi, Andrea Umiliaco, Fabrizio Marchetti, Alessandro di Piero.
Alessandra Pietrantoni, Ilaria Valentini, Federica Tantari, Giulia Lanciotti, Monica Monosilio, Roberta Moriconi, Alice Guarracino, Fabrizia Covi, Valeria Ponti, Desiree Pallotta Nardi, Silvia D’Elia, Vanessa Rossetti, Elena Lampariello, Paola Squassina, Beatrice Lautizi e anche me stessa, Barbara Iannini.

UCCP CE FA SALI’

Barbara Iannini