Una storia che probabilmente nessuno sa, ma è successa, solo pochi giorni fa, alla PMB, nel girone C di serie A2. La riportiamo qui sotto, a firma Barbara Raponi.

Sabato 26 gennaio la Pmb Roma Futsal Femminile è atterrata a Catania per giocare l’anticipo valido per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A2 femminile del girone C contro l’A.S.D. Vittoria calcio a 5.
Un’accoglienza impeccabile da parte della Società di casa. La squadra di Mister Coviello è arrivata intorno alle ore 13.15 al Palazzetto dello sport di Vittoria dove alle ore 15.00 c’è stato il fischio d’inizio del match. La partita si è conclusa con la vittoria della squadra di casa per 2 a 0. Il risultato finale non ha rispecchiato l’andamento della partita che è stato abbastanza equilibrato e che non ha visto una superiorità di nessuna delle due formazioni. La Pmb è stata sempre in partita e, soprattutto nel secondo tempo, ha avuto diverse occasioni da gol (colpendo anche una clamorosa traversa con Amici) che non sono state sfruttate al meglio, pagando le due disattenzioni con 2 reti avversarie.
Sconfitta, quindi, che lascia la squadra di Roma Nord ancora bloccata a 0 punti rendendo la situazione ancora più complicata dopo la vittoria del Frosinone, prossimo nostro avversario di domenica 10 febbraio, che si è portato così a 6 punti in classifica. 

Il nostro racconto purtroppo non finisce qui perché al termine della gara, intorno alle ore 17:00, è iniziata l’odissea: esattamente nel momento in cui ci hanno comunicato la chiusura dell’aeroporto di Catania Fontanarossa fino alle ore 11 del giorno successivo a causa di una nuova eruzione dell’Etna. Saremmo dovuti ripartire alle ore 20.10 se non ci fosse stato l’annullamento di tutti i voli. Chiaramente questo ha creato non pochi disagi, economici e morali. A quel punto sono iniziate le telefonate per capire come poter tornare a casa e ci siamo resi conto che in situazioni del genere la nostra Divisione calcio a 5 non è assolutamente organizzata. Come non lo è la compagnia aerea Ryanair che, soltanto alle ore 21.00 circa ci ha comunicato l’annullamento del volo proponendoci alcune soluzioni alternative per risolvere il problema. Per fortuna a quel punto, grazie all’aiuto del Presidente del Vittoria calcio a 5 e del suo staff (ai quali va un enorme ringraziamento) e  soprattutto all”amico Paolo Formiconi e all’efficienza della biglietteria di Roma Tiburtina (Trenitalia), siamo riusciti a prendere l’ultimo treno disponibile per ripartire, destinazione Roma Termini. Partenza verso casa fissata alle ore 22.29. Chiaramente tutti i treni precedenti, a causa del disagio generale, non avevano più posti.
Dopo circa 11 ore di viaggio nella mattina di domenica 27 gennaio la squadra è “approdata” sana e salva nella Capitale. Insomma…. quando una trasferta si trasforma in Odissea…

Barbara Raponi (PMB Futsal)