Tempo di verdetti per l’Arcadia Verysimple Bisceglie che tra domenica e martedì sarà impegnato nella doppia sfida playout con la Bellator. Ne abbiamo parlato con il tecnico Nico Ventura:

Stagione complicata, com valuti il campionato complessivamente?

“È stata una stagione durissima sotto molti aspetti. Con la società la scorsa estate avevamo fatto dei programmi di rinforzo per poter tenere il campo contro le migliori della disciplina e provare a salvarci. Aver raggiunto gli stessi obiettivi con una squadra probabilmente meno forte di quella dell’anno scorso e sicuramente con una rosa meno ampia è motivo di grossa soddisfazione. Ricordo che rispetto alla squadra di agosto abbiamo perso per strada Benete, Maxi Alves, La Rossa e De Bari, e per questi playout anche Campana, senza che alcuna giocatrice sia arrivata a rimpinguare la rosa”.

Come arriva la squadra a questa fase cosi delicata?

“Siamo contate, come detto, ma siamo fortemente intenzionate a giocarci le nostre carte fino in fondo, per un obiettivo che somiglia sempre più a un miracolo sportivo. Il gruppo si è rinsaldato nelle difficoltà e fisicamente stiamo bene, non vediamo l’ora di scendere in campo”.

Doppia sfida con la Bellator, come la state preparando?

“Sono gare particolari, da dentro o fuori, dove gli episodi possono essere determinanti e dove sarà importante la gestione del risultato nell’ottica degli 80 minuti (tra andata e ritorno). Loro sono una bella squadra e ci hanno battuto già due volte in campionato, ma in tutte e due le occasioni abbiamo giocato alla pari e forse, soprattutto a Bisceglie (in verità con rose diverse rispetto alle attuali) meritavamo qualcosa di più. Vedremo, siamo pronti”.

S. Cer.