Con una prova maiuscola e con sole sette atlete in distinta, il Castellammare C5 ha compiuto una vera e propria impresa titanica, incredibile, ieri pomeriggio sul parquet del Palagrimaudo di Alcamo, battendo in un match vietato ai deboli di cuore, un forte Altamura con il punteggio di 3-2.

Assenze pesantissime nel roster castellammarese con Chiara Amato, Noemi Viscuso, Patrizia Buccellato e Beatrice La Monica.

Ancora indisponibili i due portieri Benedetta Cremona e Giada Guaiana.

Gara in salita dopo appena 10 secondi, dove capitan Difonzo ruba palla a centrocampo su un errore di Vainolo, si invola e indisturbata batte Giglio in uscita.

Una mazzata micidiale che avrebbe stordito pure un elefante, una doccia fredda cala sul Palasport gremito in ogni ordine di posto, ma qui e’ uscito il carattere e la personalità delle ragazze di Toti La Bianca – Rosaria Plano che dapprima hanno impattato grazie al diagonale chirurgico preciso da sinistra firmato da Cristina Vainolo al 4° che ha battuto Grimaldi.

Poi la formazione castellammarese, guidata in campo da una Marina Piccolo in formato super, ha ribaltato la gara grazie ai due tiri liberi realizzati proprio dal capitano balestratese al 27° e da una precisa cecchina Anna D Amico al 32°. Esplode il Palasport in un boato di gioia.

La formazione altamurana che ha disputato una gran gara a viso aperto ha accorciato le distanze al 34° in pieno recupero grazie al tiro teso dalla distanza di Mazzilli che ha sorpreso Giglio, nell’occasione coperta, e con il risultato di 3-2 si e’ conclusa la prima frazione di giuoco.

Nel secondo tempo, le bianco rosse altamurane si buttano in avanti alla ricerca del pari, ma la squadra di Alice Galante ribatte colpo su colpo.

Si assiste ad una gara senza sosta, le azioni sono veloci, con un match che sale di intensità e con le castellammaresi che potrebbero allungare con Marina Piccolo, Manuela Cottone e Cristina Vainolo ma Angela Grimaldi e la retroguardia ospite non si lasciano sorprendere, mentre la compagine pugliese ha almeno tre palle goal nitide che vengono sventate da una Fabiola Giglio in formato Mondial e con le castellammaresi che così al triplice fischio finale degli ottimi fischietti palermitani Masaniello – Mongiovi’, possono abbracciarsi in una gioia incontenibile e in un Pala Grimaudo che con i suoi 200 spettatori ha trascinato la squadra alla vittoria e alla meritata qualificazione alla Finale contro la Futsal VisioRay Catanzaro in doppia sfida il 2 e 9 Giugno.

Chi vince sarà promossa in Serie A2.

Da sottolineare la prova sontuosa di Piccolo e Giglio (migliori in campo), buona la prova delle ragazze da Alice Galante a Cottone, Vainolo, D Amico e di Clara Minaudo (anche se ha giocato pochi minuti ha dato il suo prezioso contributo alla vittoria finale)…. queste atlete sono innanzitutto AMICHE dentro e fuori il Campo, la vittoria di oggi e’ quella di una Società Sportiva che e’ innanzitutto una FAMIGLIA.

(Fonte Ufficio Stampa Castellammare C5)